Vesuvio: "In caso di pericolo evacueremmo l'area in 72 ore"

"È il vulcano più monitorato al mondo, un'eventuale emergenza sarebbe gestita in maniera rapida ed efficiente", ha dichiarato l'assessore Cosenza

Vesuvio

Edoardo Cosenza, assessore regionale ai Lavori Pubblici e alla Protezione Civile, durante un convegno svoltosi presso il liceo “Don Milani” ha rassicurato i suoi interlocutori in merito al piano di evacuazione nel caso in cui il Vesuvio dovesse risvegliarsi.

"Il Vesuvio è il vulcano più monitorato al mondo, un'eventuale emergenza sarebbe gestita in maniera rapida ed efficiente -ha dichiarato l'assessore- in 72 ore gli ingorghi interni non ci preoccuperebbero anche se è ovviamente importante realizzare un sistema di viabilità che garantisca la sicurezza di coloro che vivono nei territori vesuviani".

A tal riguardo, l'assessore invierà ai sindaci delle zone rosse una richiesta di individuazione dei diversi step da mettere in atto nel caso di un'emergenza e ha annunciato come si stia operando per completare il tratto autostradale Napoli – Angri e il nuovo svincolo della statale 268 che dalla stessa Angri collegherà l’arteria vesuviana con la Napoli – Salerno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento