Ucciso parcheggiatore a Bagnoli: killer in azione nei luoghi della movida

Gaetano Arrigo aveva numerosi precedenti penali per reati che spaziavano dalla truffa alle lesioni, fino alla detenzione abusiva di armi. Cresce l'ipotesi di una esecuzione della camorra

Gaetano Arrigo

Si indaga sull'omicidio di Gaetano Arrigo avvenuto nella notte tra via Coroglio e via Cattolica a Bagnoli. Il 43enne era un parcheggiatore abusivo che lavorava all'esterno dei locali della movida del quartiere, molto frequentati nella stagione estiva. 

CAMORRA - Aveva numerosi precedenti penali per reati che spaziavano dalla truffa alle lesioni, fino alla detenzione abusiva di armi. Le indagini della polizia si stanno concentrando sul passato e sulle amicizie dell'uomo, che non aveva mai ricevuto accuse dirette di associazione camorristica, ma si ritiene che potesse essere vicino ad uno dei clan della zona.

INDAGINI - Le modalità in cui è avvenuto l'omicidio di Gaetano Arrigo fanno pensare ad una vera e propria esecuzione di camorra messa in atto da tre killer giunti sul luogo di lavoro del 43enne per mettere fine alla sua vita in maniera eclatante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • L'Amica Geniale 2, le anticipazioni sugli episodi 3 e 4

  • Coronavirus, è epidemia sulla Diamond Princess: tornano a casa i campani a bordo

Torna su
NapoliToday è in caricamento