Alleanza di Secondigliano, ennesimo arresto: in manette il braccio destro di Cristiano

Giuseppe Marsiglia, 44enne del Borgo Sant'Antonio Abate, era tra i destinatari delle 126 ordinanze cautelari emesse lo scorso 26 giugno

Nuovo arresto tra i ricercati in seguito alla pioggia di ordinanze di custodia cautelare, ben 126, emesse lo scorso 26 giugno nell'ambito dell'inchiesta sul cartello tra clan conosciuto come l'Alleanza di Secondigliano.

Scacco all'Alleanza di Secondigliano

In manette è finito questa volta Giuseppe Marsiglia, 44enne del Borgo Sant'Antonio Abate. Dopo 20 giorni l'uomo aveva fatto ritorno a casa, ed è stato immediatamente localizzato e messo in manette dai carabinieri.

Secondo gli inquirenti Marsiglia, ritenuto uomo dei clan Contini, era il braccio destro di Antonio Cristiano. Dovrà rispondere di associazione di tipo mafioso: si trova adesso detenuto nel carcere di Secondigliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento