Alleanza di Secondigliano, 12 ricercati tra Europa e Sud America

Prosegue l'operazione delle forze dell'ordine contro il sodalizio tra Contini, Licciardi e Mallardo

Dodici delle 126 persone destinatarie di misure cautelari nell'ambito dell'inchiesta sull'Alleanza di Secondigliano risultano al momento irreperibili. Dei 125 arresti e del singolo divieto di dimora, mancano all'appello 12 ricercati di cui sette ritenuti all'estero, tra Sud America, Spagna, Olanda e Balcani.

Le ordinanze, emesse dal Gip di Napoli su richiesta della Dda, sono state notificate dai Carabinieri del Comando provinciale di Napoli, dai militari del Reparto Anticrimine del Ros di Napoli, dalla Polizia di Stato di Napoli e dai finanzieri del Comando Provinciale di Napoli.

Alleanza di Secondigliano: "È la camorra che ha le mani sulla città"

Tra i ricercati la figura di spicco è quella di Maria Licciardi, sorella del defunto boss Gennaro Licciardi e ritenuto tra i fondatori dell'alleanza tra Contini, Licciardi e Mallardo.

I ricercati, attraverso indagini, sono stati individuati oltre i confini nazionali, ancuni dei quali lì in pianta stabile. Per loro sono state avviate le procedure di estradizione. Altri sono ancora ricercati: una caccia all'uomo cui sta collaborando l'Interpol.

Coinvolto anche l'ospedale Don Bosco: "Base della camorra"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

  • La migliore pizza fritta del mondo è di Melito: per celebrare il titolo pizze gratis per tutti

Torna su
NapoliToday è in caricamento