AssaggiaNapoli

AssaggiaNapoli

"O’ cappiell ‘e Pulecenella", la pizza dedicata alla maschera più famosa del mondo

Prima fritta e poi infornata, farcita in diversi modi: dalla margherita alle varianti bianche, fino al "gusto Alessandro" con provola, mortadella, crema e granella di pistacchio di Bronte

È iniziato un anno fa l’iter finalizzato all’inserimento della maschera di Pulcinella nella lista dei Beni culturali protetti dall'Unesco. La stazione di partenza è stata quella che attualmente può essere considerata la “casa" di Pulcinella: il laboratorio dell'artista napoletano Lello Esposito che ha contribuito a esportare Pulcinella e la sua metamorfosi in tutto il mondo.

Ad aderire all'iniziativa, anche Alessandro Borella e Marilena Alberoni, rispettivamente pizzaiolo e “supervisor” di produzione di Bell e Kavr, un piccolo tempio del gusto a via Portamedina. Sono loro i creatori d’ “O’ cappiell ‘e Pulecenella”, una pizza a forma di cono, prima fritta e poi infornata (per aumentarne la friabilità), a sua volta farcita in diversi modi: dalla margherita alle varianti bianche, fino al "gusto Alessandro" con provola, mortadella, crema e granella di pistacchio di Bronte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A sostegno della candidatura, “Bell e Kavr” realizzerà una raccolta firme, di concerto con il Comitato promotore del riconoscimento.

AssaggiaNapoli

Food&wine, luoghi e lifestyle, Street Food e buongusto. Sedetevi a tavola, assaporate le pietanze e prendetevi il g(i)usto tempo: c'è AssaggiaNapoli

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento