Come superare qualsiasi barriera danzando

Nessuna limitazione fisica può essere d'ostacolo a chi ha sensibilità e creatività

Tutti possono danzare perchè la danza, quella vera, non conosce limiti. Lo dimostra l’esperienza della Candoco, la compagnia londinese formata da danzatori anche senza arti, in sedie a rotelle o con stampelle, che hanno sfidato e rivoluzionato il concetto di danza contemporanea mettendo in scena una nuova armonia di movimenti, prese, cadute e, soprattutto, emozioni. Gli spettacoli della Candoco hanno conquistato il mondo intero, sempre con sold out al botteghino.

Il corso voglia di comunicare, desiderio di essere ed esserci, umana ambizione a superare i propri limiti e attenzione alle proprie risorse e non alle mancanze: questo lo spirito per il Corso intensivo di DanceAbility®  che si terrà a Napoli, in 3 appuntamenti, con inizio sabato 9 novembre, presso Movimento Danza in via Bonito 21/a, al Vomero (e a seguire il 14 dicembre e l'11 gennaio).

La storia Tra i pochi nel Sud Italia, unico al momento nella nostra città, il corso - a pagamento - è aperto a tutti e non richiede alcuna formazione.  Il metodo di insegnamento nasce negli anni ’90 sulla scia della Contact Improvisation, la tecnica che esplora nuove forme e figure della danza basandosi sul contatto fisico, la percezione sensoriale e l’improvvisazione.

La DanceAbility, infatti, esalta la spontaneità dei movimenti e il contatto fra i danzatori, dando vita a modalità espressive sempre nuove e coinvolgenti, rendendo questa espressione artistica accessibile a chiunque, nessuno escluso: la danza, infatti, come arte del movimento, non ha alcun motivo per discriminare e bastano sensibilità e senso artistico per donare forma alla musica con il proprio corpo.

La DanceAbility, dunque, è adatta a chiunque voglia, a prescindere dalle (dis)abilità, dare forma al proprio sentire ed entrare in relazione con gli altri, senza limitazioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

Torna su
NapoliToday è in caricamento