rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Vomero

"Vermi in scatolette di fagioli bianchi": la denuncia

I Verdi: "I prodotti acquistati in alimentari e supermercati del Vomero. La ditta che li ha messi in commercio è di San Giuseppe Vesuviano. Siamo preoccupati per la filiera alimentare campana". Esposto ai Nas

"Negli ultimi 2 giorni - denunciano il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli ed il capogruppo al consiglio Comunale di Napoli del Sole che Ride Carmine Attanasio - ci sono stati segnalati ben 4 casi di barattoli di fagioli bianchi giganti con all'interno vermi acquistati in alimentari e supermercati del Vomero. La ditta che li ha messi in commercio è di San Giuseppe Vesuviano. I vermi ci è stato spiegato sono stati trovati sempre morti all' apertura delle scatolette di fagioli. Abbiamo deciso di segnalare la ditta che produce questo prodotto alimentare ai Nas per realizzare immediate verifiche igienico sanitarie ed eventualemente ispezionarla e chiuderla. Siamo molto preoccupati per la filiera alimentare campana sempre più spesso aggredita da prodotti nocivi, inquinati, realizzati abusivamente e senza il rispetto di nessuna regola o precauzione come avviene da tempo con il pane della camorra. Ci auguriamo che questa vicenda non rappresenti un nuovo filone della filiera alimentare gestita dalla criminalià organizzata che sta facendo affari d' oro soprattutto in questo periodo di grande crisi economica e con i cittadini napoletani e campani ridotti alla fame al punto tale da essere costretti ad acquistare prodotti a prezzi molto bassi ma potenzialmente nocivi o realizzati senza le dovute regole igieniche e sanitarie".


"Consigliamo a tutti i cittadini vomeresi - conclude il capogruppo dei Verdi Ecologisti alla V Municipalità Marco Gaudini - di non acquistare fagioli bianchi giganti in questi giorni finchè non avremo avuto notizie chiare dai Carabinieri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vermi in scatolette di fagioli bianchi": la denuncia

NapoliToday è in caricamento