rotate-mobile
Vomero Vomero

Mercato immobiliare, calo dei valori del 4,5 % al Vomero

A rivelarlo sono i dati contenuti nel Listino ufficiale relativo al secondo semestre del 2011, realizzato dalla Borsa Immobiliare di Napoli e dalla Camera di Commercio di Napoli

Crisi economica globale, stretta drastica all'erogazione dei mutui da parte delle banche e brusco stop agli investimenti. Queste le cause principali del calo del mercato immobiliare di Napoli e provincia, che travolge per la prima volta quartieri residenziali come Posillipo fino ad arrivare alla Penisola Sorrentina e all'isola di Capri.

I dati sono contenuti nel Listino ufficiale relativo al secondo semestre del 2011, realizzato dalla Borsa immobiliare di Napoli e dalla Camera di Commercio di Napoli. Nella capoluogo campano il mercato immobiliare mostra un ribasso generalizzato delle quotazioni di compravendita degli immobili residenziali, che si attesta su una media del 3,5% rispetto al semestre percedente. I valori delle locazioni evidenziano un calo medio di circa il 4%.

"Ciò è dovuto al persistere della crisi economica che ha colpito il nostro paese e influenza le transazioni immobiliari, rendendole estremamente complesse da effettuare, in particolare per gli immobili di ampia quadratura e quelli di pregio", spiega il presidente della Borsa immobiliare di Napoli, Clemente del Gaudio, all'Adnkronos.

La città di Napoli ha registrato una contrazione delle compravendite del - 7%, dato che supera quello medio nazionale di circa il 5,5%. Non fa eccezione rispetto al trend cittadino anche la zona del Vomero, che ha fatto registrare riduzioni nei valori di mercato del 4,5%.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato immobiliare, calo dei valori del 4,5 % al Vomero

NapoliToday è in caricamento