menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Giovanni: "Il verde del Vomero va difeso e preservato"

Il noto scrittore, vomerese doc, lancia un appello per difendere i polmoni verdi della zona collinare. "Molti alberi sono ammalati. Rami e foglie soffrono per la mancata manutenzione e per il gas degli scarichi automobilistici"

Lo scrittore Maurizio De Giovanni, vomerese doc, scende in campo per difendere il verde del suo quartiere.

Nel corso di un'intervista a Il Mattino, il padre del "Commissario Ricciardi", svela la sua ricetta per non disperdere il prezioso patrimonio e plaude all'iniziativa di affidare ai cittadini, le aiuole del quartiere: "Il verde al Vomero è un bene da salvare e le iniziative dal basso sono spesso le più efficaci. Oltre alla Villa Floridiana, al Vomero ci sono anche tante strade alberate, tutto molto belle: da via Cimarosa a via Morghen, a via Bonito, alla stessa via Luca Giordano".

"Camminare in una strada alberata è rasserenante, - prosegue De Giovanni - per i giochi di ombre e di luce. Soprattutto in questi giorni d’estate, c’è una luce speciale che arriva addolcita attraverso le foglie. C’è persino una temperatura diversa. Purtroppo, però, queste strade sono tenute male. Molti alberi sono ammalati. Rami e foglie soffrono per la mancata manutenzione e per il gas degli scarichi automobilistici. I giardinieri comunali, se anche lavorano, non sembrano molto efficaci".

"C’è un luogo verde del Vomero al quale sono particolarmente legato. È un luogo non proprio verde, ma dal quale si vede molto verde, un luogo dove il verde è panoramico. È il belvedere di San Martino. Da lassù non si gode non solo la città, con le sue strade, il mare e il Vesuvio sullo sfondo. Resto ammirato, appagato e addirittura intenerito dalla vista della Pedamentina, una strada che ancora conserva aspetti campagnoli", conclude lo scrittore.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento