rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Vomero Vomero / Via Andrea Vaccaro

Via Vaccaro: aggredisce i poliziotti con le forbici, poi si taglia le vene

Un 36enne è stato arrestato dalla Polizia, nel corso di una lite familiare, con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale aggravata

Tragedia familiare domenica sera in Via Vaccaro. Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, hanno arrestato V.L., di 36 anni, per resistenza a pubblico ufficiale aggravata.

L’arresto è avvenuto poco dopo le 22.00, presso l’abitazione di famiglia. I poliziotti sono giunti sul posto a seguito di una segnalazione al 113. Nell’appartamento hanno trovato due fratelli. Il maggiore, in preda ad una crisi, aveva divelto l’armadio della camera da letto, rotto un quadro, un televisore ed i vetri di alcune finestre.

Poco dopo sono arrivati i genitori dei due fratelli, seguiti dal primogenito V.L. . Mentre i poliziotti procedevano all’identificazione del fratello minore che aveva distrutto mezzo appartamento e si era poi rifugiato in giardino, V.L. ha subito mostrato segni di intolleranza nei loro confronti.

Il 36enne ha infatti preso delle forbici e si è loro avvicinato con fare aggressivo. La situazione è quindi precipitata al punto che i genitori si sono barricati in casa chiudendo porte e finestre, mentre gli agenti hanno dovuto chiamare rinforzi.

L’uomo è stato più volte invitato a desistere dal suo intento, ma non si è arreso. Vistosi accerchiato, ha quindi minacciato di colpire chiunque si fosse avvicinato per disarmarlo, per poi tagliarsi subito le vene dei polsi. Gli agenti, con non poche difficoltà ed anche grazie ai rinforzi giunti sul posto, sono riusciti ad accerchiarlo, bloccarlo e fargli deporre le forbici.

V.L. è stato pertanto arrestato e processato con rito direttissimo, mentre il fratello è stato invece denunciato in stato di libertà per danneggiamento.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Vaccaro: aggredisce i poliziotti con le forbici, poi si taglia le vene

NapoliToday è in caricamento