menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giardini Certosa San Martino

Giardini Certosa San Martino

Certosa di San Martino, si discute del ripristino del libero accesso ai giardini

Le Commissioni Ambiente e Cultura del Comune di Napoli si sono riunite per discutere sulla proposta del libero accesso ai giardini della Certosa, pervenuta dal Comitato San Martino

Le Commissioni Ambiente e Cultura del Comune di Napoli, presiedute rispettivamente da Carmine Attanasio e da Maria Lorenzi, si sono riunite per discutere sulla proposta del libero accesso ai giardini della Certosa di San Martino, pervenuta dal Comitato San Martino, che ha raccolto quasi mille firme a sostegno.

Dopo una breve introduzione di Attanasio e Lorenzi, il Presidente del Comitato Franco Di Mauro ha ricordato che fino agli anni ’80 l’accesso alle aree verdi del complesso museale era gratuito, mentre ora solo a pagamento, a differenza di quanto accade per il Bosco di Capodimonte e la Villa Floridiana.

Per il Comitato sarebbe ipotizzabile dotare la biglietteria di due distinti titoli di ingresso, uno a pagamento per la visita completa e l’altro gratuito solo per accedere ai giardini.

I consiglieri intervenuti in commissione congiunta, Coccia, Frezza, Vernetti, hanno concordato all’unanimità con le idee e le richieste del Comitato San Martino: per i vicepresidenti del Consiglio, Coccia e Frezza, è necessario attrarre flussi di visitatori prevedendo l’ingresso gratuito almeno in alcune fasce orarie e valorizzare la cultura come bene comune per imprimere nei giovani che saranno i cittadini del domani il senso civico, mentre Vernetti si è soffermato sulla sinergia che si deve creare tra le scuole e il Museo di San Martino incentivando tour gratuiti e laboratori didattici.

La presidente Lorenzi, accogliendo le sollecitazioni dei consiglieri, ha annunciato la presentazione in Consiglio di un ordine del giorno che impegni il Sindaco alla risoluzione della problematica.

La direttrice del Museo Rosanna Muzzi, invece, ha evidenziato come l’accesso ai giardini coincida con quello alla Certosa e come sia fondamentale il pagamento del biglietto d’ingresso per la sopravvivenza della struttura. A causa dei progressivi tagli alla cultura, infatti, sono aumentate le difficoltà nel garantire la manutenzione, come già accaduto per la Villa Floridiana, e la sorveglianza.

L’entrata gratuita ai giardini della Certosa, ha precisato la direttrice, risale agli anni del dopo terremoto, periodo in cui l’offerta museale risultava povera poiché molte sale del Museo erano danneggiate e chiuse al pubblico.

In conclusione, il Presidente Attanasio, ha evidenziato la necessità di un ulteriore incontro con gli assessori di riferimento e il Soprintendente speciale del Polo Museale per verificare la realizzabilità della proposta del Comitato.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Conclusa dopo poche ore la fuga di “Pippotto”: arrestato nella notte

  • Cronaca

    Fabbrica del falso alla Sanità: la scoperta della finanza

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento