Vomero Vomero / Via Mattia Preti

Centro Fkt di via Preti, sindacati chiedono intervento istituzioni

La situazione dei lavoratori impiegati nei due centri fisiokinesiterapici vomeresi si fa sempre più difficile e precaria

Centro Fkt Via Preti

E' sempre più lontana da un epilogo positivo la vicenda che vede coinvolti i dipendenti dei centri Fisiokinesiterapici vomeresi di Via Mattia Preti e Via Sagrera. Dopo l'ultimo sciopero di 48 ore dei giorni 2 e 3 aprile, la situazione è addirittura peggiorata, con le nove mensilità arretrate che restano tali.

"Come se non bastasse, l’Azienda in data 05/04/2012 - si legge in una nota diramata dai Sindacati Cgil e Cisl e indirizzata anche a tutte le autorità e le istituzioni cittadine e regionali - ha inviato una comunicazione ai lavoratori tutti, attribuendo loro la responsabilità dei disagi procurati dalle mancate prestazioni in seguito alle giornate di sciopero".

"Nella comunicazione - prosegue la nota - l’azienda afferma, inoltre, di non essere in grado di onorare il debito verso i lavoratori, per la disastrosa situazione finanziaria in cui versa l’ASL NA1, creandosi così un alibi. Paradossalmente in questi giorni le scriventi organizzazioni sindacali, sono venute a conoscenza che la proprietà del Centro in oggetto, invece di ricostruire il capitale sociale dell’azienda, ripianando così il forte debito verso i lavoratori, stia investendo, invece, nell’acquisire altri Centri di Riabilitazione con una situazione pre-fallimentare ed afferenti all'Asl Na 1".

"Pur non volendo entrare negli affari imprenditoriali dell’azienda, ci chiediamo, rispetto a quanto sta accadendo, se tali comportamenti non siano anomali e poco corretti nei riguardi dei Lavoratori, dell’Utenza e delle Istituzioni tutte. Nella nota l’Azienda continua in modo deplorevole ad offendere la sensibilità e la dignità dei Lavoratori, dichiarando i loro atteggiamenti irresponsabili e disinteressati alle sorti dell’Azienda. Le organizzazioni sindacali, pertanto, evidenziano che, se tale drammatica situazione dovesse rimanere invariata, i Lavoratori tutti continueranno nella mobilitazione attraverso iniziative di lotta sindacale, riservandosi, inoltre, di attivare procedure di denuncia presso le Autorità Giudiziarie".

"Le scriventi organizzazioni sindacali, ancora una volta, considerata l’urgenza che il caso richiede, chiedono alle Istituzioni, ognuna per la propria parte di competenza, di intervenire, al fine di scongiurare eventuali drammi sociali che potrebbero ricadere sui Lavoratori e sugli Utenti portatori di handicap. Si richiede, infine, un urgente incontro con il Sub Commissario ad Acta alla Sanità Dott. Mario Morlacco, al fine di individuare percorsi politici-istituzionali, volti alla risoluzione della vertenza in atto", conclude la nota a firma del Segretario Provinciale della Cgil Fp, Ileana Remini, e del capo dipartimento Sanità della Cisl Fp, Giuseppe Migliore.                                     

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro Fkt di via Preti, sindacati chiedono intervento istituzioni

NapoliToday è in caricamento