Lunedì, 17 Maggio 2021
Vomero Vomero / Piazza Ferdinando Fuga

Biglietterie a mezzo servizio in Piazza Fuga, l'ironia dei turisti

Funicolare Centrale, domenica: diventa sempre più un'impresa munirsi di biglietto. La cosa non è sfuggita ad un gruppo di turisti veneti

Stazione Funicolare Piazza Fuga

A Napoli può capitare anche di essere chiamati terroni per una macchinetta dei biglietti che non dà il resto. È accaduto domenica scorsa all’ex presidente della Seconda Municipalità, Alberto Patruno.

"Avevo deciso di scendere dal Vomero al Centro per far una passeggiata - racconta Patruno a Il Giornale di Napoli - . Arrivato alla stazione della funicolare centrale, avevo dimenticato che le biglietterie automatiche non danno il resto, e così ho iniziato a fare il giro per trovare una biglietteria aperta".

A questo punto inizia la disavventura di Patruno: "Prima provo con moneta in carta, ma non l'accetta. Esco in piazza Fuga, ma trovo utti chiusi. A questo punto decido di prendermi un caffè per cambiare i soldi, rientro e scopro che non prendono neanche le monete di due euro".

"Nel frattempo arriva un gruppo di turisti che cercano di capire come far anche loro i biglietti. Provano a chiedere aiuto agli addetti dell’Anm all'entrata ma dall’altra parte nessuna risposta. Così - conclude Patruno - uno si arrabbia e dice “poi li chiamiamo terroni e si offendono”. Insomma, disservizio a parte, oltre al danno anche la beffa di essere additati come “terroni”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biglietterie a mezzo servizio in Piazza Fuga, l'ironia dei turisti

NapoliToday è in caricamento