menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia

Polizia

Rapinarono ragazzina dell'iPhone, arrestato secondo complice

Nel corso della rapina, avvenuta lo scorso 8 ottobre in via Morghen al Vomero, la vittima, una ragazzina di 16 anni, fu colpita alla testa dai suoi giovani aggressori

Gli agenti del Commissariato di Polizia Vomero hanno arrestato G. P., di 20 anni, in esecuzione di un’Ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dalla Sezione GIP del Tribunale di Napoli.

Il giovane era l’anello mancante di una rapina commessa lo scorso 8 ottobre in via Morghen. G. P. in compagnia di V. C., fermato il giorno dopo ed attualmente agli arresti domiciliari, avevano preso di mira l’Iphone 4 di una giovane ragazza che passeggiava in strada.

Dopo averla aggredita alle spalle, i giovani riuscivano ad impossessarsi del telefonino che questa aveva tra le mani, scappando poi a bordo di un ciclomotore. Nelle fasi della rapina la vittima riportava una vistosa ferita alla testa causata da un colpo sferratole con il calcio di una pistola.

Gli agenti hanno rintracciato G. P. in un appartamento di via Salita Moriariello, dove gli hanno notificato l’Ordinanza, sottoponendolo agli arresti domiciliari.

Inoltre continuano le indagini al fine di accertare eventuali responsabilità dei due giovani in merito ad alcune rapine compiute nelle zone tra Vomero ed Arenella.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento