Vomero Vomero / Piazza Antignano

Coppeto: "Giù le mani da Antignano!"

Il presidente della V Municipalità ribadisce l'importanza del recupero di una zona di interesse storico, culturale e commerciale come l'antico borgo vomerese

Antignano di sera

"Giù le mani da Antignano!". Così, con una nota, il presidente della V Municipalità Vomero Arenella, Mario Coppeto, ha voluto ribadire l'importanza del recupero di una zona di interesse storico, culturale e commerciale come l'antico borgo vomerese.

"Il 26 luglio scorso - esordisce Coppeto - con una bella festa alla quale hanno partecipato centinai di cittadini, alla presenza dell'assessore comunale alle attività produttive, Errico Panini e di tanti consiglieri della municipalità collinare, è stato inaugurato il nuovo impianto di illuminazione di Largo Antignano".

"Largo Antignano - prosegue il numero uno della municipalità collinare - è diventato il simbolo della rinascita di un territorio che agli occhi di tanti appariva degradato e le cui attività erano considerate al limite della legalità. Anni di lavoro, interventi puntuali della polizia locale, ma sopratutto la tenacia della municipalità ed in particolare di consiglieri, come il presidente della commissione mercato ed attività produttive Daniele Quatrano, hanno reso possibile un piccolo miracolo di trasformazione. Alcuni commercianti, pescheria e chioschetto del Largo, hanno dato vita ad una nuova forma di commercio, ampliando le loro attività nelle ore serali e dedicandosi alla ristorazione e somministrazione. Altri seguiranno a breve, questo è l'auspicio. Arredi con tavolini e sedie hanno creato un clima accogliente, confortevole e suggestivo. Il risultato? un nuovo spazio vissuto fino a tarda sera, nuova occupazione, sopratutto giovanile, ma innanzitutto l'avvio di un percorso di legalità".

"In questi giorni sono arrivate in municipalità tante attestazione di stima, da parte di cittadini ed associazioni che ci incoraggiano ad andare avanti rendendo il Borgo di Antignano sempre più bello, accogliente e sicuro. Il prossimo obiettivo è l'intera pedonalizzazione dell'area, come testimonia una lunga petizione, di operatori commerciali e cittadini, oggi all'esame degli organi municipali".

"Nei giorni scorsi - spiega Coppeto - si sono intensificati controlli amministrativi che hanno riscontrato alcune difformità tecniche degli esercenti, ivi operanti relative alla occupazione del suolo pubblico. Sono contento di tanta solerzia da parte degli operatori della Polizia Locale, e attendo e chiedo analoghe iniziative in altri luoghi del territorio e dell'intera città, per evitare che una sbagliata percezione da parte di cittadini ed operatori commerciali alimentasse l'idea di un accanimento nei confronti di un pezzo di territorio in trasformazione positiva".

"C'è un pezzo di politica che non si arrende all'idea che si possa uscire dal buio dell'illegalità, perchè in essa trova facile riscontro di ricatto e di asservimento. Un pezzo di vecchia politica che in passato non ha mai denunciato lo stato di abbandono e che oggi si scaglia contro il nuovo corso. Giù le mani da Antignano: questo è il grido! La municipalità 5 non si farà intimidire, metterà in campo ogni strumento di legalità per aiutare la trasformazione urbana del Borgo, migliorandone la fruibilità, l'offerta commerciale e per non tornare indietro".

"Occorrono - conclude Coppeto - sforzi collettivi, un sodalizio delle buone pratiche, assistenza amministrativa e tecnica per quegli operatori commerciali, spesso giovani, che hanno investito nel loro futuro e che mal sopportano tentativi da parte di chiunque vorrebbe che le lancette del tempo tornassero indietro. Grande rispetto e solidarietà, poi, va agli agenti di polizia locale che devono sempre di più essere al fianco di operatori e cittadini per migliorare lo stato delle cose e non essere percepiti come dei vessatori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppeto: "Giù le mani da Antignano!"

NapoliToday è in caricamento