menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studentessa di Farmacia suicida: aveva finto di essere vicina alla laurea

Da qualche anno la 27enne non riusciva più a dare esami, ma alla famiglia e al fidanzato aveva raccontato di attendere la data della discussione. Entrata in un'aula all'ultimo piano della facoltà, si è lanciata nel vuoto

Ha deciso di togliersi la vita invece di confessare la realtà dei fatti. E così una studentessa di 27 anni si è lanciata dall’ultimo piano della facoltà di Farmacia perché non aveva il coraggio di dire ai genitori che non riusciva a laurearsi.

La giovane, di Santa Anastasia, era iscritta a biotecnologie, ma da qualche anno non riusciva più a dare esami. Alla famiglia e al fidanzato, però, non era mai riuscita a raccontare la verità. Anzi, aveva prospettato loto tutto un altro quadro: quello di essere vicina alla laurea tant'è che la famiglia si era impegnata per organizzare una festa.

Presa dal panico, la studentessa ha spiegato a casa di aver ricevuto una telefonata che le annunciava il rinvio della seduta. Poi, la decisione drastica: è salita all’ultimo piano della facoltà di farmacia, è entrata in un'aula e si è lanciata nel vuoto.


A dare l’allarme è stato un ragazzo che andando a prendere il motorino ha trovato il corpo ormai senza vita sul marciapiede. I genitori, accompagnati in commissariato, hanno raccontato di non essersi accorta del dramma che stava vivendo la figlia descrivendola come una ragazza tranquilla che non aveva mai dato segnali di preoccupazione o di ansia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Esplosione ai Colli Aminei, distrutto un negozio

  • Cronaca

    Lite finisce nel sangue, uomo ucciso a colpi di cric

  • Cronaca

    Riaprono i negozi: "Pochi clienti e molte attività sono già fallite"

  • Cronaca

    Tragedia in metropolitana: uomo travolto da un treno

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento