rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Arenella

Si accoltella poi accusa la collega per vendetta: "Mi denigrava"

Ferite all'avambraccio, al braccio sinistro e all'addome. Un dipendente di una ditta che fornisce operatori veterinari all'ASL 1 denunciato per calunnia dagli agenti del commissariato Arenella

Si accoltella e poi accusa un collega per vendicarsi: è successo ieri a Napoli dove un trentaduenne, dipendente di una ditta che fornisce operatori veterinari all'ASL 1, è stato denunciato per calunnia dagli agenti del commissariato Arenella della città.

Dopo avere simulato un'aggressione senza motivo da parte del collega, avvenuta - ha riferito - mentre stava andando al lavoro in auto, l'uomo, A.D., si è recato al pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli dove i medici gli hanno riscontrato e medicato ferite all'avambraccio, al braccio sinistro e all' addome giudicate guaribili in 21 giorni.


Il racconto fornito ai poliziotti dal ferito, però, presentava numerose discrepanze e contraddizioni e quando gli è stato fatto capire che per la gravità dell'accaduto era prevista la galera, la presunta vittima ha confessato di essersi ferito da solo perché voleva dare una lezione al collega che da tempo lo aveva emarginato denigrandolo al cospetto degli altri lavoratori. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si accoltella poi accusa la collega per vendetta: "Mi denigrava"

NapoliToday è in caricamento