Arenella Arenella / Via Piscicelli

Caos refezione, la preside della Piscicelli: "Non ci dormo la notte"

Continua a regnare l'incertezza sulla questione della refezione scolastica in città. Alcuni istituti si sono organizzati autonomamente invitando i genitori a mandare da casa i pasti per i bambini

Scuola

L’assenza della refezione scolastica a Napoli prosegue e la soluzione non appare vicina, con l'incertezza che continua inesorabilmente ad aleggiare. Preoccupati genitori e insegnanti, con gli alunni che sono costretti a portarsi il pranzo da casa. Senza mensa e con pochi fondi, si cerca di coinvolgere
nelle spese le famiglie, finora comprensive, ma la misura potrebbe essere presto colma.

La professoressa Gabriella Talamo, preside della scuola primaria e dell’infanzia “Piscicelli”, è uno dei dirigenti scolastici più attivi in questa "battaglia": “A giugno abbiamo avvisato i genitori - spiega il dirigente scolastico a Paolo Martone de Il Giornale di Napoli - che il servizio non sarebbe partito, indicando che fino al 15 ottobre non ci sarebbe stata la refezione. I genitori hanno capito che siamo in emergenza. Finora è andata bene, ma oggi ho un pò di perplessità perché ci sono ancora problemi per ristabilire il servizio”.

"Io sono positiva, - prosegue la preside della Piscicelli - credo che le cose si risolveranno questa settimana o la prossima. Ci sono i bambini di mezzo quindi chiunque, il sindaco in primis, avrà come primo pensiero questo problema. Sono confusa anche io perché le notizie si accavallano. Abbiamo invitato i genitori a preparare dei panini per i figli, ma sappiamo che non si può andare avanti sempre così".

"Ho dei gravi pensieri - conclude la Talamo - e le notti le passo quasi tutte in bianco. Ma cerco di tranquillizzare tutti e un pò ci riesco. E’ un momento di crisi, i genitori mi stanno molto accanto, cerco di farli stare tranquilli. Se fuori c’è caos, perlomeno a scuola voglio creare un clima di calma per rispetto verso i bambini. Finora sono riuscita a tenere i genitori dalla mia parte, ma se la situazione non si risolve, non ci sto a diventare il capro espiatorio".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos refezione, la preside della Piscicelli: "Non ci dormo la notte"

NapoliToday è in caricamento