menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La lunga notte dei vigili urbani sul "ponte dei suicidi" in via Pietro Castellino

Dopo l'ultimo suicidio, il Presidente della Municipalità, Mario Coppeto, aveva "minacciato" di trascorrere la notte sul ponte se non fosse stato messo in sicurezza. Fiori nel punto da cui si è lanciato il giovane. Transennato il ponte, ma non completamente

E' quasi mezzanotte. Sul "ponte dei suicidi" in via Pietro Castellino, nel quartiere Arenella, il lampeggiante della Polizia Municipale ha un aspetto lugubre. In mattinata, un giovane, come già altri di recente, si era lanciato da quei trenta metri d'altezza, uccidendosi. Polemiche a non finire tra coloro che da tempo invocano le reti di protezione e chi invece le ritiene inutili.

Alla fine, il Presidente della Municipalità Vomero-Arenella, Mario Coppeto, era stato drastico, invocando sul posto la presenza fissa dei vigili urbani, "minacciando" di rimanere lì, di picchetto, 24 ore su 24, se non fosse stato accontentato, anche a costo, aveva dichiarato, di passare le notti in una tenda. Appena qualcuno si avvicina al ponte, gli uomini della pattuglia sono lì, pronti a intervenire in caso di necessità: troppo forte il rischio di emulazione, meglio prevenire. Le transenne sono state messe, ma sono sufficienti solo a delimitare una piccola parte del ponte. I pochi passanti nelle ore notturne sono scettici: "Se qualcuno volesse lanciarsi, lo potrebbe fare lo stesso -dice un residente della zona -. Non è con le transenne che si evitano i suicidi. E poi -continua-, mica esiste solo il ponte di via Pietro Castellino".

Sul posto da cui si è lanciato il giovane in mattinata, un piccolo fascio di fiori. Qualcuno che abita nei palazzi circostanti pare abbia assistito al suicidio ed è ancora sotto choc. Affacciarsi dal ponte, dal punto esatto scelto dal giovane che si è suicidato poche ore prima, mette i brividi: l'altezza toglie il fiato, impossibile non provare rabbia e dispiacere per il numero sempre più grande di gente che decide di togliersi la vita. Organizzati in turni da sei ore ciascuno, i tre agenti della Polizia Municipale sono lì, sul ponte. Il presidente Coppeto è passato, li ha salutati e ringraziati, ma un altro passante incalza: "Mica si possono presidiare tutti i ponti della città per evitare nuovi gesti sconsiderati -afferma-. Bisogna cercare di andare più a fondo, e capire quali sono i motivi che spingono le persone a volersi togliere la vita". Nel frattempo, i vigili urbani sono lì. La loro lunga notte sul "ponte dei suicidi" è appena cominciata. Clicca qui per vedere la pattuglia della Polizia Municipale sul ponte di via Pietro Castellino (da youreporter.it)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

social

Lotto, estrazione di martedì 11 maggio 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Camorra scatenata nella notte: spari e bomba sotto un'auto

  • Cronaca

    Grande lutto per don Leonardo: parroco a Giugliano

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento