rotate-mobile
Arenella Arenella

Policlinico, riapre il centro trapianti di rene

Dopo la chiusura forzata di oltre un anno e mezzo l'equipe diretta dal professor Michele Santangelo ha salvato la vita ad un quarantasettenne grazie ad un trapianto

Riapre il centro trapianti del rene del Policlino Federico II di Napoli, salvando subito la vita ad un uomo di quarantasette anni.

Dopo un anno e mezzo di stop forzato, l’equipe diretta dal professor Michele Santangelo ha impiantato un organo a un uomo di quarantasette anni, in lista di attesa dal 2004.

Dopo sette lunghi anni il paziente nefropatico ha finalmente ottenuto il rene che gli permetterà di uscire dal tunnel della dialisi e di poter vivere una vita normale. Il donatore è un uomo di quarant’anni. Il donatore era ricoverato presso la rianimazione dell’ospedale Cardarelli. Le operazioni di espianto sono state eseguite dalle varie equipes presso la struttura ospedaliera vomerese.

Il Professor Santangelo da tempo si batteva per la riapertura della struttura, vero e proprio fiore all'occhiello della sanità campana.


"Finalmente siamo riusciti a riprendere l’attività trapiantologica. Abbiamo seguito i protocolli approvati dal centro nazionale trapianti che garantiscono la sicurezza del paziente. Per esempio quelli che impongono l’uso esclusivo delle sale operatorie. Mi spiego: in caso di trapianto le sale operatorie devono essere dedicate esclusivamente all’attività trapiantologica. Per cui tutti i degenti in attesa di intervento sono stati trasferiti in altri padiglioni. Nel frattempo la direzione sanitaria è riuscita a garantire l’attività operatoria nelle altre strutture afferenti al complesso operatorio dell’edificio 5 dove c’è il centro trapianti", ha spiegato Santangelo a Il Mattino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Policlinico, riapre il centro trapianti di rene

NapoliToday è in caricamento