rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Torre del Greco Torre del greco

Manifesto a Torre del Greco: “No alla città-discarica”

Alfonso Ascione, consigliere provinciale UDC, invita i cittadini a scendere in piazza

Si alimenta di un fuoco nuovo a Torre del Greco: la protesta contro l’apertura di una discarica per i rifiuti. L’attacco all’amministrazione comunale corallina arriva ancora una volta dal consigliere provinciale dell’UDC, Alfonso Ascione: “Sei anni fa il progetto di costruzione di un megadepuratore industriale - dichiara Ascione in una nota stampa - adesso l’accordo per un impianto di lavorazione della frazione secca indifferenziata dei rifiuti. Ancora una volta, certa politica non trova di meglio che individuare in Santa Maria La Bruna un luogo dove depositare scorie chimiche o spazzatura.

Tutto ciò nonostante la valutazione redatta dalla professoressa Maria Triassi, responsabile del laboratorio di indagini microbiologiche dell’Università Federico II, consideri la zona a forte impatto ambientale, auspicandone invece una destinazione turistica, e lo studio di impatto ambientale steso dall’ingegner Giovanni Esposito che giunge alle medesime conclusioni”. Ascione si dice “sconcertato dall’atteggiamento ondivago del sindaco” parlando della discarica come di “un’ipotesi inquietante se si pensa che ai cittadini è chiesto il sacrificio di  conferire i propri rifiuti esclusivamente nelle isole ecologiche, a volta lontane anche centinaia di metri dai centri abitati”

La contrarietà al progetto è un punto fermo dell’azione di Ascione e dell’intero gruppo consiliare UDC, che hanno invitato anche i cittadini a scendere in piazza per una manifestazione pacifica contro l’apertura della discarica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesto a Torre del Greco: “No alla città-discarica”

NapoliToday è in caricamento