menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torre del Greco, cadavere in mare: è di un anziano pescatore

Il corpo presentava diverse ferite al cranio. Forse un malore alla base dell'incidente: la sua barca è andata infatti a sbattere sulla scogliera antistante il molo La Favorita ad Ercolano

È di un anziano pescatore il corpo senza vita ritrovato ieri mattina nelle acqua antistanti la spiaggia di Torre del Greco. G. C., 70 anni compiuti, era molto conosciuto tra i frequentatori del porto.

Il cadavere, dopo gli accertamenti effettuati al porto, è stato trasportato all'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia per l'autopsia. L'anziano, già privo di vita, era stato avvistato attorno alle 9 del mattino poco a largo della zona denominata La Scala dagli occupanti di un'imbarcazione che aveva immediatamente avvisato i carabinieri del servizio navale di Torre del Greco.

In un primo momento si era diffusa la notizia che in mare fossero stati avvistati due corpi: una seconda segnalazione era infatti giunta alla guardia costiera sulla presenza di una persona con addosso un giubbotto bianco. Solo quando il giaccone è stato recuperato si è capito che apparteneva all'anziano pescatore e che era andato perso in mare.

Il corpo presentava diverse ferite al cranio, ferite ancora fresche che fanno pensare ai soccorritori che l'anziano sia rimasto in mare poche ore. Una tesi avvallata dal fatto che il cranio perdesse ancora sangue una volta trasportato a riva e che il corpo non era in avanzato stato di decomposizione.

Nessuna difficoltà per il riconoscimento: nelle tasche dei pantaloni il pescatore aveva diversi effetti personali e i documenti. I carabinieri del servizio Navale, diretti dal luogotenente Vincenzo Amitrano, hanno anche trovato la barca dell'anziano: il gozzo era andato a sbattere sulla scogliera antistante il molo La Favorita ad Ercolano. Due le ipotesi al momento al vaglio degli inquirenti: quella di un possibile incidente, con l'imbarcazione che potrebbe essere andata a urtare la barriera frangiflutti a Ercolano, o un malore dell'anziano pescatore nella zona di Torre del Greco con il gozzo trascinato senza controllo dal mare fino alla scogliera della Favorita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

  • Cronaca

    Scontri Circo Massimo: "C'erano anche ultras del Napoli"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento