Boscoreale Boscoreale

Sequestrata una tonnellata di pesce pericoloso

Controlli a Boscoreale, Pompei e Castellammare di Stabia. Trovati prodotti ittici non tracciati o in cattivo stato per un valore di oltre 100mila euro

Sono oltre una tonnellata i prodotti ittici sequestrati stamattina dai militari della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia. Gli uomini in divisa hanno passato al setaccio tre città scovando decine di irregolarità. Controllate, infatti, Castellammare di Stabia, Boscoreale e Pompei per un totale di 20 multe elevate e 25 irregolarità scovate. Il centro delle attività illegali, secondo quanto scoperto dagli uomini della Capitaneria insieme ai carabinieri, era Boscoreale dove sono state controllate una serie di pescherie e bancarelle ambulanti a cui era destinato il pesce illegale o in cattivo stato di conservazione.

Il blitz di questa mattina ha portato al sequestro di una quantità di pesce e mitili pari ad un valore commerciale di oltre 100mila euro e pronto a finire sulle tavole di tutta la zona vesuviana. I militari hanno sequestrato 100 chili di pesce in cattivo stato di conservazione tra cui il pregiato tonno rosso. Illegali anche 100 chili di datteri di mare e altri 900 chili di prodotti ittici di vario tipo. Non era, infatti, possibile tracciarne la provenienza. L'ingente quantitativo di prodotti è stato sequestrato e distrutto, ove necessario, mentre i titolari delle attività segnalati all'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata una tonnellata di pesce pericoloso
NapoliToday è in caricamento