menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il progetto

Il progetto

Casa Miranda, torna lo studentato: riqualificazione in tre anni

La struttura tra via Foria e la collina verso Moiariello e Reggia di Capodimonte, di proprietà della Regione, sarà al centro di tre lotti di lavori per una spesa complessiva di 30 milioni

Tre anni e "Casa Miranda", lo studentato napoletano accanto alla facoltà di Veterinaria della Federico II, tornerà alla vita. A stabilirlo, il protocollo d'intesa firmato stamattina da Ermanno Russo, assessore all'Urbanistica della Campania, e Carlo Lamura, Commissario Iacp Napoli.

L'immobile, tra via Foria e la collina verso Moiariello e Reggia di Capodimonte, è di proprietà della Regione Campania. Messa in sicurezza e valorizzazione prenderanno in gran parte spunto dal progetto di Pasquale D'Agosto, studente dell'architetto Lilia Pagano, datato 2012.

L'opera di ristrutturazione costerà 30 milioni di euro (che la Regione preleveà dai fondi strutturali) e sarà effettuata dallo Iacp, il quale poi si occuperà poi della manutenzione ordinaria e straordinaria dell'immobile. Lo stesso Istituto autonomo per le Case popolari di Napoli investirà nell'opera 2 milioni di euro.

Tre i lotti del progetto. Il primo, già cantierabile, è di 4,8 milioni: consisterà – come spiega Russo – nei “saggi geognostici e i rilievi strutturali e architettonici funzionali alla messa in sicurezza del bene”, oltre che in successivi “interventi di risistemazione delle terrazze di copertura, lavori di impiantistica per la canalizzazione delle acque meteoriche e nere, il ripristino del sistema fognario e la sistemazione della viabilità di accesso all'edificio”. Una prima tranche di lavori che andrà completata entro dicembre di quest'anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento