menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Secondigliano: maxi rissa tra baby gang

La scorsa notte, lungo Corso Italia, una delle principali strade del quartiere di Secondigliano c'è stata una maxi rissa scoppiata tra giovanissimi a colpi di mazze e spazzatura

Lucio Cialli, responsabile del comitato Salvaperiferie, ha denunciato che la scorsa notte, lungo Corso Italia, una delle principali strade del quartiere di Secondigliano a Napoli, "c'è stata una maxi rissa scoppiata tra giovanissimi a colpi di mazze e sacchetti della spazzatura raccolti da terra".

La stessa zona "è sempre di più ostaggio delle baby gang, con continue scorribande notturne di motorini. I cittadini che non sono andati in vacanza si sentono completamente abbandonati, avendo perso perfino il diritto a riposare la notte. E' inconcepibile che specie tanti anziani e ammalati debbano tenere le finestre chiuse a causa degli schiamazzi provenienti dalla strada e dal rumore prodotto dalle folli corse degli scooter che sfrecciano contromano, ignorando i limiti di velocità, perfino sui marciapiedi".

Secondo Cialli "regna l'anarchia più totale e le forze dell'ordine si vedono soltanto se contattate dagli abitanti quando succede qualcosa. Il territorio è completamente privo di qualsiasi controllo a scopo preventivo che scoraggerebbe queste bande che provengono da ogni parte della periferia nord. Di fronte alla pericolosità della situazione, ci appelliamo ai responsabili delle forze dell'ordine e delle istituzioni perché vengano adottati provvedimenti ad horas prima che accada una tragedia". Per il responsabile del comitato "da quando è iniziata l'estate, infatti, la strada in questione è diventata una pista per moto e scooter su cui viaggiano anche tre persone, spesso minorenni, senza casco, che nel cuore della notte non si fanno scrupoli a correre e a gridare a squarciagola, disturbando la quiete pubblica. Inoltre, come avvenuto la scorsa notte, questi ragazzini si sfidano lanciandosi buste dell'immondizia, oggetti raccolti sui marciapiedi o con gavettoni attraverso fucili ad acqua, e commettono atti vandalici come danneggiamenti dell'arredo urbano". "Ci auguriamo pertanto - è la conclusione - un intervento tempestivo delle autorità preposte all'ordine pubblico per assicurare la dovuta sicurezza per il restante mese di agosto in cui il quartiere diventa più che mai terra di nessuno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Monte di Pietà in vendita, i cittadini: "No a ristoranti e matrimoni trash"

  • Cronaca

    “Chi ha ucciso Maurizio ha dato una coltellata all'intera città”

  • Cronaca

    “Cinque ore di attesa per essere vaccinati”: la denuncia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento