Mercoledì, 12 Maggio 2021
Scampia Scampia

Camorra, in carcere nove "girati" della seconda faida di Scampia

Le indagini che hanno portato al loro arresto sono partite nel 2011: si tratta di esponenti del clan Vanella-Grassi, contrapposto agli Amato-Pagano

Scampia

Nove persone, ritenute affiliate al clan Vanella-Grassi (i cosiddetti "girati"), sono state arrestate dai carabinieri in esecuzione di mandati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Si tratta di elementi della fazione camorristica che nel 2012 si è resa protagonista della "seconda faida di Scampia e Secondigliano" contro il clan Amato-Pagano. Gli arresti sono frutto di indagini iniziate nel 2011, dopo le uccisioni di Antonello Faiello, Giuseppe Parisi e Giuseppe Ferraro.

Gli arrestati, secondo quanto sottolinea la Procura della Repubblica di Napoli, ricoprivano in città i ruoli di controllo nei quartieri del Perrone, Berlingieri, San Pietro a Patierno, oltre che nel cosiddetto lotto "G" di Scampia, quando la reggenza era nelle mani del boss Antonio Mennetta, arrestato a Scafati il 3 gennaio scorso.

Gli inquirenti hanno scoperto le alleanze stipulate a Secondigliano con il gruppo dei Leonardi delle Vele e dei Marino delle Case Celesti; ricostruito l'organigramma degli oppositori al clan Abete-Abbinante nella gestione dello spaccio della droga a Scampia; infine fatto luce sul tentato omicidio di Diego Riccio (parente di un affiliato agli Abete-Abbinante) del 18 marzo 2012. Per le forze dell'ordine si tratta di uno degli episodi scatenanti della seconda faida di Scampia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra, in carcere nove "girati" della seconda faida di Scampia

NapoliToday è in caricamento