menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gianni Maddaloni

Gianni Maddaloni

Palestra Maddaloni, nuovo appello: "Aiutateci a non chiudere"

Entro venerdì occorrerà pagare una bolletta della luce di duemila euro. Pena: il distacco della corrente. "Qui si salvano i ragazzi dalla camorra, diamo la possibilità di scegliere la vita lontano dalla criminalità"

Il rischio chiusura è concreto: la palestra di judo di Gianni Maddaloni, a Scampia, potrebbe chiudere entro giugno. A lanciare l'allarme lo stesso Maddaloni che denuncia l'abbandono da parte delle istituzioni, "del Governo che è un genitore assente".

Entro venerdì, il maestro Gianni, padre di Pino, judoka medaglia d'oro a Sydney 2000, deve pagare una bolletta della luce di duemila euro. Pena: il distacco della corrente. Lo sponsor privato che fino a questo momento ha sostenuto la palestra non è ora in grado di dare una mano.


Da qui l'appello: "Aiutateci tutti, qui non si fa solo sport si salvano i ragazzi dalla camorra, dal 'mal vivere'. Offriamo loro la possibilità di scegliere e conoscere la bellezza della vita lontano dalla criminalità". Maddaloni esclude con fermezza che dietro questo rischio di chiudere ci sia la pressione del clan. "Più volte - ha detto - abbiamo ricevuto telefonate di vedove, orfani e familiari di chi é in carcere che chiedevano aiuto per cambiare vità ". (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

  • Cronaca

    Lutto per il Gambrinus, è morta la storica cassiera

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento