ScampiaToday

Gomorra 3, il cimitero diventa set: è polemica

L'VIII Municipalità lamenta la concessione degli spazi da parte del Comune senza che l'ente venisse avvertito

Polemiche a Chiaiano. Secondo quanto dichiarato da Apostolos Paipais, presidente della VIII Municipalità, alcune scene della terza stagione di Gomorra sarebbero state girate nel cimitero del quartiere senza che l'ente locale ne fosse a conoscenza.

"Questa mattina abbiamo appreso sconcertati delle riprese della fiction Gomorra nel quartiere Chiaiano – ha reso noto Apostolos Papais – I mezzi della troupe stamattina hanno ostacolato l’ingresso della scuola media Aliotta, creando disagi alle famiglie e ai docenti. Abbiamo chiesto informazioni, poiché l’amministrazione comunale che ha rilasciato le autorizzazioni non ha ritenuto di avvertire la municipalità, poi ci siamo recati al cimitero di Chiaiano dove, senza rispetto per il luogo sacro, mezzi e uomini intenti nella registrazione delle scene della fiction, entravano ed uscivano con materiale cinematografico, rendendo profano uno dei luoghi simbolo della cultura Cristiana“.

Il problema quindi sarebbe da attribuire non ad una mancanza da parte della produzione, ma ad un vuoto di comunicazione tra Palazzo San Giacomo e l'VIII Municipalità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ci siamo immediatamente dissociati insieme ai cittadini locali – ha spiegato Papais, insieme all'assessore Giovanni Pagano ed ai consiglieri De Vito e Di Guida – in quanto il flusso continuo di mezzi di produzione creava disagi alla viabilità e alla quiete pubblica. Abbiamo chiesto la documentazione con le relative concessioni che hanno permesso ad una troupe di accedere all’interno del cimitero per le riprese di una serie sulla criminalità organizzata, atto a dir poco profano. Nessun attacco nei confronti di chi lavora, però bisogna avere maggiore organizzazione, non si possono invadere aree cittadine in questo modo, senza rispetto per luoghi e persone”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • Stop agli spostamenti interprovinciali (non giustificati), torna l'autocertificazione: la nuova ordinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento