menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vincenzo Figliolia è il candidato sindaco del centrosinistra a Pozzuoli

La candidatura appoggiata da Sinistra Ecologia e Libertà, Partito Democratico, Verdi, Alleanza Per l'Italia, Popolari per il Sud e Italia dei Valori è stata ufficializzata in conferenza stampa

Sarà Vincenzo Figliolia il candidato sindaco del centro sinistra che dovrà correre alle prossime amministrative a Pozzuoli. La sua candidatura, appoggiata da Sinistra Ecologia e Libertà, Partito Democratico, Verdi, Alleanza Per l’Italia, Popolari per il Sud e Italia dei Valori, è stata ufficializzata in conferenza stampa.

La sala dell’Hotel Gli Dei di Pozzuoli è stato il palcoscenico della presentazione di Figliolia, alla presenza di giornalisti e cittadini interessati. Al tavolo dei relatori c’era il consigliere provinciale Carlo Morra e segretario cittadino di Sel, il segretario provinciale dei Popolari per il Sud, Giovanni Della Corte, il segretario dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, il commissario cittadino dell’Idv Francesco Costigliola e Michele Di Bonito in rappresentanza dell’Api di Pozzuoli. «Siamo stati per cinque anni tra commissariamenti ed amministratori incapaci – ha affermato Carlo Morra nel suo intervento - Dobbiamo costruire un rapporto con la città, con le associazioni ed i movimenti civici. Questo è un momento di riscossa e tutti dobbiamo contribuire».

Un intervento di “precisazione” e di supporto anche quello del segretario cittadino dei Popolari per il Sud, Giovanni Della Corte. «Abbiamo deciso di stare a sinistra nella città di Pozzuoli perché abbiamo condiviso un programma e delle idee. Non dobbiamo far conoscere Pozzuoli solo per Sofia Loren ma anche per le tante bellezze paesaggistiche e naturalistiche cha abbiamo sul territorio. Noi abbiamo avuto il coraggio di fare questa scelta e facciamo un appello a tutti per confrontarci». Una serie di interventi, quelli dei segretari dei partiti che compongono la coalizione, che hanno dato forza al candidato sindaco ed hanno puntato l’attenzione su come “questa coalizione non dovrà essere un calderone”.

«Vogliamo dare alla città – ha affermato Vincenzo Figliolia – un governo coeso, stabile e duraturo, siamo pronti a sostenere la crescita di una nuova generazione che dovrà essere la futura classe dirigente di questa città. Il mio auspicio è che ci sia un confronto tra tutte le parti».

Il lungo intervento di Vincenzo Figliolia si è soffermato anche sulla questione criminalità organizzata, soprattutto in seguito all’incendio doloso del palazzo in via Domitiana che ha visto ben quattordici famiglie senza un tetto ed un commerciante che ha subito 300 mila euro di danni. «Dobbiamo ostacolare senza mezzi termini qualsiasi forma di criminalità organizzata, dalle illegalità quotidiane all’economia criminale sommersa. La città non può rimanere indifferente, tutti dobbiamo abolire ogni tentativo di clientelismo. Il compito dei cittadini – conclude Figliolia – sarà anche quello di controllare le promesse programmatiche che vengono fatte in periodo elettorale».

Se nel cento sinistra, quindi, si intravede uno spiraglio di organizzazione, per il centro destra “i giochi” non sono ancora chiusi. La candidatura a sindaco di Agostino Magliulo, promossa e ufficializzata dal Pdl, continua a riscuotere successo solo dall’establishment politico di destra, composto da Pasquale Giacobbe e la corrente che fa capo all’ex deputato Francesco Maione. Resta un centro non ben definito, quello che dovrebbe convergere su Filippo Monaco candidato a sindaco che, secondo indiscrezioni, formerà una sua lista (Pozzuoli Futura) appoggiata da altre liste civiche fatte apposta da ex amministratori, quali Fabio Costigliola, Carmelo Cicale, Tito Fenocchio (ex Pd), Ermanno Cossiga e forse l’ex assessore della giunta Giacobbe, Paolo Tozzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento