menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Scaffali semivuoti

Scaffali semivuoti

Pozzuoli, supermercati semivuoti: niente frutta, latte e cibo fresco

Presi d'assalto gli scaffali della farina. La psicosi ha preso il sopravvento. Intanto è caccia alla prima pompa di benzina utile: ieri lunghe file anche a Quarto

Anche nell'area flegrea il blocco dei Tir ha portato i suoi danni. Da circa due giorni, infatti, il 95% dei distributori di carburante ha finito tutte le scorte. I supermercati hanno degli scaffali completamente vuoti, non arriva latte e frutta fresca, e la psicosi sta prendendo il sopravvento.

Persino gli scaffali dove c'era la farina sono stati presi d'assalto, quasi come se fossero le ultime scorte disponibili. Un giorno è bastato per creare panico tra le persone e per fare in modo che la città si paralizzasse, che tutti non uscissero di casa per paura di finire la benzina. La situazione dovrebbe sbloccarsi tra domani e dopodomani, quando finirà lo sciopero dei Tir. Gli autotrasportatori, anche quelli minacciati, potranno tornare a lavorare ed a rifornire i supermercati e piccoli esercizi commerciali, che per due giorni sono stati a secco.

Intanto è caccia alla prima pompa di benzina utile, che non abbia finito il carburante. Ieri si sono registrate file a Quarto e a Pozzuoli centro. Oggi pare che la situazione del carburante sia stata sbloccata, soprattutto grazie all'ordinanza del Prefetto di Napoli, Andrea De Martino, che ha obbligato le compagnie Esso e Q8 a rifornire i distributori. Secondo alcune segnalazioni, infatti, la Q8 sulla tangenziale, in direzione Pozzuoli, sarebbe attiva e, insieme a questa, anche il distributore Shell in via Monterusciello e quello Esso in via Reginelle.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento