menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Raffaele Postiglione, presidente dell'associazione DiversaMenteGiovani

Raffaele Postiglione, presidente dell'associazione DiversaMenteGiovani

Pozzuoli, i giovani si riuniscono: "Vogliamo la consulta"

Assemblea con numerose organizzazioni. Tre i punti principali che verranno presentati al comune la libera iscrizione e un ordine del giorno per il consiglio

Si è tenuto ieri il primo incontro per sollecitare l'amministrazione cittdina a formare la consulta dei giovani di Pozzuoli. L'associazione DiversaMenteGiovani ha racchiuso in una sola serata numerose associazioni ed organizzazioni politiche, ponendo al centro del dibattito la necessità della formazione di una consulta giovani e il regolamento che istituirà la stessa. A presiedere la folta assemblea il presidente di DMG, Raffaele Postiglione. La parola è stata data a qualsiasi ragazzo o rappresentante di organizzazione che ha voluto dare un contributo fattivo alla discussione.

TANTE ORGANIZZAZIONI - Tra i tanti giovani presenti, non rappresentanti di associazioni o movimenti, ma interessati alla creazione della consulta, c'erano anche delegazioni del movimento degli studenti puteolano Usp, dell'associazione DiversamenteGiovani, del Movimento Giovani per le Riforme (nuovo Psi), di Sinistra Ecologia e Libertà, del Partito Democratico e del Pdl.

PRESENTE ANCHE IL SINDACO - A riunione cominciata ha fatto visita anche il primo cittadino di Pozzuoli, Agostino Magliulo, che con con un intervento ha ribadito la necessità di una consulta, che si costituisca tramite elezione diretta dei membri e funga da “parlamentino giovanile”. Molto dibattuto anche il regolamento che dovrebbe poi costituire l'ente rappresentativo. Il primo cittadino Magliulo ha comunque ribadito di doverne parlare in consiglio comunale, anche se, proprio nella scorsa assise cittadina, si sono votate le commissioni fondamentali per l'anno venturo, tra le quali anche la commissione “Regolamento e Statuto”, che dovrebbe di fatto redigere il regolamento per il “parlamentino giovanile”.

I PUNTI PRINCIPALI - Sono tre i punti principali scaturiti dalla riunione: la libera iscrizione alla consulta da parte di associazioni, partiti, movimenti e qualsiasi altro giovane che voglia partecipare anche come singolo; l'importanza di una consulta che esprima, su tutte le questioni consiliari, parere preventivo anche se non vincolante; l'opportunità di decidere ogni volta un punto da trattare che andrebbe inserito nell'ordine del giorno del consiglio comunale. L'assemblea si riunirà di nuovo la settimana prossima e presenterà un regolamento, condiviso da tutti i partecipanti, da consegnare all'amministrazione comunale, per “sollecitare la formazione della consulta giovanile”. Nonostante la prima proposta del sindaco, che prevederebbe le elezioni per ogni singolo membro, non sia stata accolta favorevolmente da tutti i gruppi, l'amministrazione ha dichiarato disponibilità a discuterne. Presente all'assemblea, che si è tenuta presso l'Art Garage di Pozzuoli, anche il presidente della consulta dei giovani di Quarto, Giorgio Rollin, che ha riportato a tutti l'esperienza quartese della consulta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio Cerrato, i Carabinieri fermano quattro persone

  • Cronaca

    Zona gialla per quasi tutte le regioni, Campania in bilico

  • Attualità

    Concorso Sud 2800 posti, oltre 18mila domande dalla Campania

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento