menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Figliolia

Figliolia

Rifiuti tossici a Pozzuoli, Figliolia: "Voglio chiarezza e verità"

Dopo le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Schiavone il sindaco di Pozzuoli vuole la verità

«Cosa c'è di vero e provato nelle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Schiavone, rese alcuni giorni fa a Skytg24, in merito al presunto smaltimento illegale nella zona costiera dal Casertano fino a Pozzuoli di rifiuti tossici e pericolosi? Chiediamo alla magistratura di indagare, mentre a tutti gli enti coinvolti nella bonifica e nella tutela del nostro territorio chiediamo di fare chiarezza, sgombrando il campo da ogni illazione e allarmismo».

Lo dichiara il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, che contestualmente chiede all'Arpac, all'Asl Napoli 2 Nord e al ministero dell'Ambiente di chiarire ogni aspetto della vicenda.

«Premesso che sarà compito della magistratura verificare la piena attendibilità delle dichiarazioni del collaboratore di giustizia - continua il sindaco Figliolia - Noi vogliamo, comunque, tutelare in ogni modo la comunità di Pozzuoli e per questo chiediamo all'Arpac e all'Asl Napoli 2 Nord di avviare controlli puntuali e chiarire, anche in collaborazione con i tecnici del ministero dell'Ambiente, come stanno realmente le cose. Dal canto nostro, benchè i Comuni abbiano poteri residuali e minimi in questo settore, potenzieremo la già ampia attività di tutela e bonifica ambientale messa in piedi nel primo anno di amministrazione con una differenziata spinta, la pulizia degli arenili a cominciare proprio dalla zona di Licola e di Arco Felice e il recupero del decoro urbano che da anni si era perso. La nostra azione di tutela del territorio è iniziata proprio dalla periferia di Licola, abbandonata da troppi anni, sia dalle amministrazioni comunali precedenti che dai commissari prefettizi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento