menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pozzuoli, ancora troppi i rifiuti in strada: interviene Legambiente

Drammatico lo scenario nelle periferie: alcune zone sono vere e proprie discariche. Niente sospensione per la Tarsu e il sindaco Magliulo non mantiene per adesso la promessa fatta in campagna elettorale

La situazione rifiuti a Pozzuoli continua a degenerare. Tante le strade che in città sono sommerse da vere e proprie “minidiscariche”. Monterusciello a Toiano e Licola sono le zone che stanno soffrendo maggiormente.

Anche il circolo di Legambiente Pozzuoli-Campi Flegrei incalza la nuova amministrazione (ancora senza giunta comunale) affinché prenda seri provvedimenti per risolvere il problema. «L’immondizia per le strade aumenta ogni giorno di più, alcuni punti della città sono impraticabili a causa del cattivo odore e dove l’immondizia viene raccolta le strade non vengono disinfettate, cosicché l’aria diventa irrespirabile».

Questo il commento di Cristina Canoro, Presidente del circolo di Legambiente Pozzuoli-Campi Flegrei, in una nota diffusa stamane sul tema rifiuti nella città di Pozzuoli. «A Napoli – continua Cristina Canoro - numerosi condomini stanno adottando la pratica del compostaggio domestico. Il principio è semplice: smaltire in proprio la frazione organica dei rifiuti solidi urbani. Mentre i cumuli di rifiuti sembrano crescere nelle periferie più velocemente che al centro, anche alcuni cittadini puteolani si stanno organizzando per dotarsi di compostiera e attuare la pratica del compostaggio domestico».



Secondo i dati di Legambiente, infatti, la quantità media di sostanze organiche presente nei rifiuti urbani è pari al 33%. La sostanza organica può essere trattata in apposite compostiere, semplici contenitori, per favorirne la decomposizione ad opera di batteri aerobi e funghi che la trasformeranno in compost, una sostanza con ottime proprietà fertilizzanti.

Grazie a questa pratica, quindi, è possibile ridurre di più del 30% la quantità di rifiuti che finiscono ogni giorno per strada, ottenendo  dell’ottimo fertilizzante da usare nei giardini o negli orti. Il circolo puteolano di Legambiente propone al sindaco di Pozzuoli, l'ing. Agostino Magliulo, delle pratiche da adottare per incrementare il compostaggio domestico. «Chiediamo al Sindaco – conclude Cristina Canoro - di incentivare l’utilizzo di compostiere nei condomini e nei parchi, per favorire una corretta politica di riduzione dei rifiuti, soprattutto della frazione umida che, con l’aumento delle temperature, sta fermentando nelle strade provocando una pericolosa proliferazione di agenti patogeni». Intanto sul tema dei rifiuti la nuova amministrazione ha affisso solo un manifesto, a firma del Sindaco, che invita i cittadini al “rispetto delle norme per il deposito dei rifiuti” e alla “raccolta differenziata”, nonostante non ci sia materiale e cassonetti per la raccolta. Ovviamente nemmeno la Tarsu è stata sospesa, come promessa da Agostino Magliulo in campagna elettorale.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Presunta depressione da Covid: Rita muore a 27 anni

  • Cronaca

    Falsi incidenti stradali per truffare l'assicurazione: in sette nei guai

  • Cronaca

    Maxi sequestro di alimenti: sospesa un'attività commerciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento