menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche Pozzuoli soffoca tra i rifiuti: trecento tonnellate a terra

Le situazioni più difficili a via Napoli, Arco Felice, Monterusciello e Licola. Previsioni difficili: si teme uno stallo della raccolta per un periodo piuttosto lungo. Intanto la differenziata è partita anche nelle scuole

Emergenza rifiuti in città ma anche a Pozzuoli. Da tre giorni, infatti, non c'é possibilità di prelevare i sacchetti dagli appositi contenitori per il blocco dello Stir di Caivano e la contemporanea impossibilità ad utilizzare i compattatori rimasti carichi in attesa di conferire.

Sono almeno trecento le tonnellate che si sono accumulate con le situazioni di maggiore gravità nella zona del centro storico, via Napoli, Arco Felice, Monterusciello e Licola. Presso l'ufficio Igiene puteolano si teme uno stallo della raccolta per un periodo piuttosto lungo.

"Credo che sia il punto di massima crisi che stiamo attraversando - fa sapere il direttore del servizio raccolta, Alfredo Tovecci - ed è difficile fare previsioni. Il problema è che la spazzatura va accumulandosi e noi non abbiamo alcuna opportuno di sbocco. Stiamo per davvero in difficoltà".

Pozzuoli punta ad alleviare le problematiche dell'indifferenziata con la raccolta differenziata che da qualche settimana è partita anche nelle scuole. "Siamo arrivati a percentuali che sfiorano il 40% - afferma Tovecci - Questo fatto ci darà sicuramente respiro, ma dobbiamo pensar di incrementare ulteriormente. Il nostro obiettivo è di raggiungere il 50%".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento