Lunedì, 17 Maggio 2021
Quarto

Un grande Quarto supera agevolmente il Giugliano

Partita senza storia al Comunale Giarrusso di Quarto

Un grande Quarto supera agevolmente il Giugliano, fanalino di coda del girone A di promozione, e consolida il primato solitario in classifica, approfittando anche del rinvio della gara della Frattese che, in attesa del recupero della gara con il San Felice, sprofonda a -6 dalla capolista.

Partita senza storia al Comunale Giarrusso di Quarto: mister Amorosetti si affida al consolidato 4-3-3 in cui l'unica novità è rappresentata dall'esordiente Di Maio nel trio di centrocampo; il nuovo acquisto quartese gioca una buona gara ma è tutto il Quarto oggi a non lasciare spazi al malcapitato Giugliano. La cronaca della partita è un monologo quartese: per tutti i 90' di gioco i padroni di casa stazionano nella metà campo giuglianese ed alla fine del match si registreranno almeno 20 palle gol contro nessuna costruita dalla squadra ospite che si presentava al Giarrusso con diverse novità in formazione, nuovi innesti effettuati in questa finestra di mercato per risalire una classifica che si fa sempre più drammatica per la blasonata squadra giuglianese. Dopo diverse occasioni sfiorate in avvio da Tucci, il Quarto sblocca il match al 13': grande progressione di Palma sull'out sinistro, cross in mezzo per Tucci che stacca di testa; la palla si stampa sulla traversa e sulla ribattuta si avventa D'Auria che in rovesciata acrobatica insacca a porta vuota.

Al 21' Tucci, sbaglia un gol clamoroso finalizzando in maniera maldestra una splendida azione nata sull'asse Palma - D'Auria. I tre attaccanti del Quarto si cercano e si trovano alla perfezione: al 22' Palma, ben servito da D'Auria insacca con un preciso diagonale il gol del 2-0. La squadra di Amorosetti gioca sul velluto: scambi in velocità, tagli magistrali e pochi punti di riferimento per la difesa ospite che traballa terribilmente. Al 36' ancora Tucci prova l'eurogol dai 25 metri ma è prodigioso Granato che però non può nulla al 40' su una splendida incursione di Aprile: il lancio di D'Auria è magistrale, ma il controllo e il tiro del centrocampista azzurro sono da manuale; 3-0 e partita virtualmente finita. In chiusura di primo tempo è ancora D'Auria ad andare in rete: azione di prepotenza in area giuglianese e tiro dai 10 metri su cui nulla può Granato.

La ripresa è poco più che un allenamento: il Quarto sciupa almeno altre 5 palle gol e il risultato non cambia. Da segnalare il rientro in campo dell'attaccante De Gennaro, assente da tre mesi e che oggi ha disputato gli ultimi 15 minuti del match. Finisce 4-0 per i padroni di casa che inanellano l'ottava vittoria consecutiva (record assoluto per la storia del Quarto) mantenendo l'imbattibilità della porta difesa da Navarra (sono ormai 630' i minuti di imbattibilità casalinga). E' un Quarto ormai infinito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un grande Quarto supera agevolmente il Giugliano

NapoliToday è in caricamento