PozzuoliToday

Quarto, il sindaco premiato da "Città di Partenope"

Anche Massimo Carandente Giarrusso è stato premiato dal progetto "Città di Partenope", per "essersi distinto nel promuovere uno sviluppo sostenibile della città e della comunità quartese"

È stato assegnato anche al Sindaco di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, il Premio Città di Partenope in collaborazione con il Comune di Napoli, e con il contributo della Fondazione Troncone, in occasione della IV edizione del “Natale di Partenope”, il compleanno della città virtuale, nata a Napoli nel giugno del 2008 che negli anni si è imposta come il più importante progetto di responsabilità sociale e di e-democracy mai realizzato nel Mezzogiorno.

Il prestigioso riconoscimento è stato tributato al primo cittadino quartese per "essersi distinto nel promuovere uno sviluppo sostenibile della città e della comunità quartese; per l'impegno profuso in materia di tutela ambientale, per la perseveranza nel perseguire e difendere i diritti di un'intera area, uscendo talvolta anche dall'ambito territoriale; per il fattivo, sano, coraggioso, instancabile impegno speso per proteggere la salute di 200mila cittadini" si legge nelle motivazioni. Il Premio è stato consegnato a Napoli nella Galleria Umberto I alla presenza delle Istituzioni cittadine e del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

«Ricevere questo premio – ha dichiarato il sindaco Massimo Carandente Giarrusso – è sicuramente una delle emozioni più forti provate durante la mia carriera politica anche perché sono stato preceduto da nomi illustri, autorità che hanno, con la loro azione, dato un volto nuovo alle città che rappresentavano e rappresentano. Questo premio arriva al culmine di un anno straordinario per intensità, drammatico per certe emergenze vissute ma che hanno cementato un’intera popolazione unita per evitare uno scempio a cui tutt’ora stiamo facendo fronte. Vorrei anche dire, però, che tutto ciò che ho fatto in questi primi 13 mesi di amministrazione non avrebbe avuto compimento senza l’appoggio della mia coalizione – continua il sindaco – e dell'intero consiglio comunale che su questi temi si è sempre schierato compatto senza alcun tipo di opposizione. Dedico questo premio ai comitati cittadini che con il loro costante appoggio non hanno mai fatto sentire solo nè il sottoscritto nè l'intero consiglio comunale; ringrazio dunque il comitato "No al Campo Rom" che si è battuto con noi per evitare l'insediamento di un campo rom in città; ringrazio ancora il comitato che si sta ancora battendo con noi per vedere salvi i diritti dei tanti utenti della SEPSA, e ringrazio particolarmente il Comitato "No alla discarica nè al Castagnaro nè altrove", al presidente, l'avvocato Luigi Rossi e alle migliaia di cittadini che da 6 mesi ormai – conclude Giarrusso – presidiano notte e giorno la cava del Castagnaro; senza il loro supporto e impegno avremmo combattuto una battaglia già persa in partenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento