Giovedì, 13 Maggio 2021
Quarto

In 5mila in strada per dire no al Castagnaro. Giarrusso attacca Pozzuoli

Il sindaco di Quarto: "Purtroppo devo ammettere che della discarica al Castagnaro si interessa solo Quarto. Ancora una volta Pozzuoli si è dimostrata assente: per loro il pericolo è minore"

Erano circa 5 mila i cittadini flegrei che hanno partecipato ieri alla manifestazione snodatasi per le strade di Quarto e Monteruscello, nella giornata di lutto cittadino proclamato dai Comuni di Quarto, Bacoli e Monte di Procida, per dire "No alla discarica al Castagnaro, si ad un programma di sviluppo globale dell'area flegrea".

Quasi la totalità degli esercizi commerciali di Quarto ha risposto all'appello del Sindaco Massimo Carandente Giarrusso: negozi chiusi e tutti in strada a manifestare il proprio dissenso al progetto di Vardè. Al corteo, partito da Via Campana, angolo Via Masullo e proseguito fino a via De Curtis a Monteruscello, hanno aderito, oltre all'Amministrazione quartese, anche il Sindaco di Monte di Procida, Iannuzzi, e il presidente del Consiglio Comunale di Bacoli, Savoia in rappresentanza del Sindaco Schiano.

"Purtroppo devo costatare che del pericolo della discarica al Castagnaro si interessa solo Quarto: ancora una volta Pozzuoli si è dimostrata assente; il 90% delle persone che hanno partecipato al corteo erano di Quarto; Bacoli e Monte di Procida ci stanno appoggiando ma, obiettivamente, il pericolo per loro è minore. Dispiace questa scarsa partecipazione perchè più forte sale il nostro grido, più sarà difficile per Vardè non ascoltarlo" - ha dichiarato il primo cittadino quartese dal palco allestito in via De Curtis a Monteruscello, dove la manifestazione si è conclusa. "Questa è una settimana cruciale, nei prossimi giorni si riunirà il consiglio provinciale a cui chiediamo di stralciare definitivamente Cava Castagnaro dal piano regionale dei rifiuti; occorre poi che Regione, Provincia e Sindaci si siedano ad un tavolo di concertazione per trovare una soluzione alternativa alla discarica ma soprattutto alla provincializzazione prevista dal Piano Rifiuti. Saremo allerta e attenti sino a che Vardè non desisterà dal suo disastroso progetto: il Comitato Antidiscarica al Castagnaro ha tutto il nostro supporto perchè sta portando avanti una battaglia in maniera civile; peccato che i cittadini di Quarto siano soli pur rappresentando gli interessi dell' intero territorio flegreo" - ha chiosato Giarrusso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 5mila in strada per dire no al Castagnaro. Giarrusso attacca Pozzuoli

NapoliToday è in caricamento