menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Aperitivo referendario", la Cisl di Quarto in campo per il referendum

L'organizzazione sindacale impegnata a sensibilizzare ed informare quanti più cittadini possibili. Presso la parrocchia Divin Maestro la proiezione del film "Acqua Bene Comune"

Anche a Quarto la battaglia per raggiungere il quorum al referendum del 12 e 13 giugno fa scendere in campo associazioni, partiti ed organizzazioni sindacali. Una di quelle organizzazioni in prima fila è proprio la Cisl, che ha subito dichiarato la propria adesione ai quattro SI al referendum.

“Diciamo Si all’abrogazione della norma della Legge per oggetto le modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica – si legge da un documento del sindacato quartese. Si all’abrogazione delle norme della Legge per oggetto la determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata renumerazione del capitale investito. E ancora – si all’ abrogazione delle norme della Legge in oggetto di nuove centrali per la produzione dell’energia nucleare; Si all’abrogazione delle norme della Legge in materia di legittimo impedimento a comparire in udienza penale a favore del Presidente del Consiglio e dei Ministri”.

Un'adesione che spingerà tutta l'organizzazione sindacale a sensibilizzare ed informare quanti più cittadini possibili. «Riteniamo che l’adesione ai quattro “ SI “ debba assicurare che i servizi pubblici debbano rimanere a maggioranza di azionatario con l’Ente pubblico – afferma Alfonso Coppola, responsabile della Cisl di Quarto. Vogliamo che un bene comune e della natura che è l’acqua , non bisogna permettere ad un gestore privato di impossessarsene per speculare con tariffe non eque , che invece solo l’Amministrazione pubblica, può gestire solidaristicamente, che la costruzione di centrali nucleari sono un danno per l’umanità, che la legge – conclude Coppola – sia sempre uguale per tutti i cittadini di qualsiasi stato sociale o ruolo di appartenenza».


In più, sempre a Quarto, domenica alle ore 18.00 è stato organizzato un “aperitivo referendario”, presso la parrocchia Divin Maestro con la proiezione del film “Acqua Bene Comune”. Un modo, come tanti stanno facendo nell'area flegrea, per avvicinare e sensibilizzare i tanti cittadini che ancora non sono a conoscenza del referendum.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento