rotate-mobile
Quarto Quarto / Via Santa Maria

'Giù le Mani da Quarto', fiaccolata dei parroci contro la camorra

L'evento, che ha visto la partecipazione di 2mila persone, è stato promosso dopo i due agguati di stampo camorristico dei giorni scorsi

Più di duemila persone hanno partecipato alla fiaccolata "Giù le mani da Quarto" organizzata dai parroci della Forania di Quarto e dalla diocesi di Pozzuoli. Un evento promosso subito dopo i due agguati di tipo camorristico dei giorni scorsi in cui i sicari hanno preso di mira un imprenditore edile ed un giovane emergente della malavita.

La fiaccolata 'a favore della legalità e contro la camorra' è stata aperta, tra gli altri, dal vescovo di Pozzuoli, mons. Gennaro Pascarella, dal senatore Franco Malvano, dal sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, dal presidente di SOS Impresa e ad della Nuova Quarto calcio per la Legalità, Luigi Cuomo.

Presenti numerosi rappresentanti delle associazioni antiracket e dei partiti. Un momento vissuto con intensità dai partecipanti che sono sfilati dal piazzale della chiesa San Castrese, nel Rione 167, e hanno raggiunto piazza Santa Maria nel centro storico. ''Con questa iniziativa abbiamo voluto accendere una luce nella notte che sta vivendo Quarto - ha detto il vescovo Pascarella - Prendiamo le distanze con chiarezza da chi utilizza la violenza e seguiamo la strada di chi ha deciso di non assoggettarsi alla legge della sopraffazione. La nostra non è una manifestazione contro ma per, a favore della legalità''. Il breve intervento del presule è stato concluso con una citazione di Giovanni Paolo II: 'Chi è cristiano non è camorrista!'. (Ansa)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Giù le Mani da Quarto', fiaccolata dei parroci contro la camorra

NapoliToday è in caricamento