menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Discarica

Discarica

Discarica al Castagnaro: grande partecipazione all'assemblea pubblica

Cittadini di tutta la zona flegrea per dire "no". Minacce al Presidente del comitato anti-discarica

Grande partecipazione da parte della cittadinanza quartese e puteolana ma anche della classe politica dei due comuni flegrei, all’Assemblea Pubblica tenutasi stamattina nell’aula consiliare del Comune di Quarto, organizzata dal Comitato “No alla discarica al Castagnaro”. Numerosi gli interventi , moderati dall’avvocato Luigi Rossi -presidente del Comitato- registrati nell’Aula da parte degli esperti in materia, che hanno provato a spiegare la tossicità del compost fuori specifica il cui utilizzo sarebbe stato indicato per la ricomposizione ambientale della cava del Castagnaro.

Tra gli altri, l’intervento del Sindaco, Massimo Carandente Giarrusso, che senza mezzi termini si è schierato al fianco del Comitato e contro le Istituzioni, ree di essere “sorde e cieche al grido di aiuto che parte da un territorio martirizzato negli ultimi 20 anni e diventato la ruota di scorta della Regione Campania”.

«Innanzitutto esprimo la mia solidarietà all’avvocato Rossi – ha affermato il primo cittadino – che, nei giorni scorsi, ha subito intimidazioni pesanti; Il Sindaco e tutto il Consiglio Comunale gli sono vicini e lo affiancheranno in questa emergenza. Ho già ribadito che questa amministrazione è contraria ad ogni tentativo di istituire una discarica sul nostro territorio: già lo scorso novembre, nella riunione con gli altri sindaci della sub area domitio-flegrea, avevo espresso il mio no perentorio all’ipotesi, e mi fa piacere sia stato sottolineato, in questa sede, così da fugare ogni possibile tentativo di strumentalizzazione».

L'amministrazione, inoltre, è pronta a partecipare al presidio sulla Cava, e si sta impegnando per evitare il “sopruso” contattando i vari enti.

«Mi sono già mosso per far sentire la nostra voce alle autorità preposte: Provincia, Regione e Governo centrale – continua Giarrusso. Se ci sarà bisogno parteciperemo al presidio sulla Cava del Castagnaro mentre sicuramente nei prossimi giorni convocherò una riunione straordinaria tra tutti i sindaci dell’area flegrea e chiederò la partecipazione anche del Commissario Prefettizio del Comune di Pozzuoli. Quando c’è in ballo la salute e la sicurezza di un territorio così vasto non c’è colore politico che tenga: sabato manifesteremo insieme con la speranza che Quarto e tutti gli altri comuni, che da anni subiscono soprusi causati dalla decennale emergenza rifiuti, siano definitivamente lasciati in pace; ovviamente, ma già ci stiamo impegnando in questa direzione, occorre una forte politica di sensibilizzazione verso i cittadini per tendere all’obiettivo dei rifiuti zero perché come non vogliamo una discarica qui, non la vogliamo in generale, in alcun comune campano».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento