menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Cisl di Quarto chiede un incontro con il sindaco. "Meno tasse e più trasporti"

L'organizzazione sindacale sull'aumento dei tributi: "Nessuna equità. Anche i trasporti sono tema importante a Quarto"

La Cisl di Quarto continua a chiedere confronti con il primo cittadino Massimo Carandente Giarrusso. I temi, definiti dalla stessa organizzazione sindacale come “scottanti”, riguardano i tributi e l’annosa questione “piano trasporti e traffico”. Il tema tributi è certamente quello più atteso dalla cittadinanza.

«Le recenti delibere comunali – afferma Alfonso Coppola, segretario della Cisl – sugli aumenti di tributi a pioggia sui cittadini non sono state per nulla oggetto di solidarietà ed equa ripartizione, quindi il sindaco faccia molta attenzione in che misura per il 2012 ci accollerà di maggiori tasse».

Ecco alcune priorità sule quali la Cisl è pronta a confrontarsi nel momento in cui il primo cittadino aprirà un tavolo di discussione con le Parti Sociali:

1) rivisitazione delle tabelle tarsu con più equa ripartizione sui reali consumi di rifiuti tenendo in evidenza le fasce meno abbienti o famiglie numerose monoreddito;

2) per la nuova Ici Le richiederemo di applicare un’ alta franchigia per chi ha la prima casa, per coppie giovani sposi in case in usufrutto e per locatari in affitto con patti in deroga. Può recuperare quote economiche con una tassazione sui patrimoni immobiliari o appartamenti / ville di lusso.

3) Non accetteremo passivamente che la riduzione di risorse comunali mancanti sia scaricata automaticamente, sui più deboli e i più bisognosi. Altro argomento importante è il piano traffico e trasporti.

«Sul piano traffico sarebbe importante creare strade fluide per l’uscita e l’accesso alla città – continua Coppola. Ad oggi con le nuove rotatorie la città è maggiormente intasata per un’insana politica di viabilità come ad esempio il doppio senso in via Campana o l’uscita della bretella della tangenziale e/o la sosta di auto in punti nevralgici della città , senza alcun controllo dai preposti vigili comunali».

Resta aperta, infatti, ancora la questione trasporti con mancanza di alternative al trasporto su ferro della circumflegrea , sempre meno utilizzabile ed affidabile e/o della linea metropolitana ex ferrovie dello stato. L'organizzazione sindacale è pronta a confrontarsi ed attende una convocazione da parte di Giarrusso per dare apporto ad una città “più efficiente e a misura dei cittadini quartesi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento