menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Puteolana 1909: ancora una sconfitta

Ottimo esordio per Massimo D'Alterio: tiene bene il campo e salta ogni avversario

Tre legni e tre gol annullati (almeno uno nettamente valido) bene raccontano una partita stregata per i granata che devono subire così il quinto stop consecutivo in quel di Zupo di Teano senza assolutamente demeritate. I padroni di casa capitalizzano l'unica vera occasione della gara e portano a casa tre punti che sanno di oro colato per la lotta salvezza.

Dopo una buona partenza dello Zupo i granata prendono in mano la gara e colpiscono due legni con Romano prima e Maddaluno poi. Quando il vantaggio ospite sembra maturo ecco la doccia fredda con la rete di Pitocchi. I granata non demordono e hanno altre occasioni con Romano e Maddaluno, il 10 granata poi colpisce il secondo legno personale.

Nella ripresa la storia non cambia, Amoroso fa da spettatore all'assedio dei suoi compagni di squadra che sfiorano ripetutamente il pari, pareggio che arriva con Maddaluno ma l'arbitro annulla inspiegabilmente per un fuorigioco a dir poco dubbio. La buona notizia in casa granata viene dall'esordio di Massimo D'Alterio, che tesserato in settimana ha tenuto benissimo il campo e saltando costantemente l'avversario, finché le gambe gli hanno retto. Nonostante il quinto stop consecutivo la Puteolana 1909 da segni di vita e di combattività, domenica altra trasferta per gli uomini di Iumiento che saranno attesi al Vezzuto Marasco per il derby contro i cugini del Monte di Procida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

  • Cronaca

    Lutto per il Gambrinus, è morta la storica cassiera

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento