menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pozzuoli senz'acqua: sit in e tensioni tra i residenti

Sit in nella tarda mattinata sulla Domiziana nei pressi del vulcano Solfatara. E' stato inscenato dai residenti per la mancanza d'acqua potabile in casa. Blocco del traffico e tensioni

pozzuoli

Tensione alta a Pozzuoli per la mancanza d'acqua potabile in casa. Ieri, nella tarda mattinata i residenti hanno inscenato un sit in sulla Domiziana nei pressi del vulcano Solfatara. I circa dieci mila abitanti della zona da giorni lamentano una forte riduzione della pressione dell'acqua dai rubinetti anche nei piani bassi. Solo a tarda sera e nelle ore notturne la pressione torna regolare. Poi, ieri mattina, ha fatto precipitare la situazione, l'ennesimo stop. A quel punto il centralino degli uffici comunali dell'acquedotto è stato preso d'assalto dagli utenti per avere spiegazioni e, in fine, è dilagata la rabbia per il grave disservizio. La gente si è riversata in strada bloccando la circolazione automobilistica per un paio d'ore. Rovesciati in terra i contenitori di rifiuti e cosparse la carreggiata di sacchetti a perdere. Tensioni si sono registrate tra un gruppo di dimostranti e alcuni automobilisti che hanno provato a forzare il blocco. Si è sfiorato lo scontro fisico, per fortuna senza conseguenze. L'intervento della Polizia di Stato del Commissariato di Pozzuoli ha evitato che la situazione degenerasse, riportando la calma. Nel corso di un vertice in Comune con il responsabile dell'acquedotto puteolano e una delegazione di dimostranti si è stabilito una turnazione nella distribuzione dell'acqua, ridotta rispetto alle quote giornaliere ordinarie per via del guasto ad una condotta . Giovedì sera il ritorno alla normalità.

Foto di Angelo Greco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tragedia al passaggio al livello: muore travolto da un treno

  • Cronaca

    Cimitero, ascensori guasti. La denuncia: "Perché?"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento