Giovedì, 13 Maggio 2021
Pozzuoli

PIU Europa, ecco come cambierà Pozzuoli

Otto opere pubbliche che cambieranno il volto della città

Piazza Della Repubblica

Nella sala del Consiglio comunale del Rione Terra sono stati presentati alla città le otto opere pubbliche progettate per Pozzuoli nell'ambito del programma urbano PIU EUROPA.

Sono intervenuti il sindaco Vincenzo Figliolia, gli assessori del Comune di Pozzuoli Mario Marrandino (Lavori Pubblici) e Roberto Gerundo (Governo del Territorio), l'assessore all'Urbanistica della Regione Campania Marcello Taglialatela. Ha moderato il giornalista Ciro Biondi. «Con la presentazione alla città degli otto progetti PIU Europa finanziati dall'Ue, dalla Regione e dal Comune per complessivi 25 milioni di euro - ha detto il sindaco Vincenzo Figliolia - apriamo al coinvolgimento pieno dei vari attori istituzionali e soprattutto alla cittadinanza. Sono progetti con tempi concreti e certi di attuazione, che ci consegneranno a dicembre del 2015 un nuovo volto di una città che punta in modo convinto sul turismo eco-sostenibile, sulla risorsa mare, sull'immenso patrimonio storico-archeologico. Con la Regione abbiamo lavorato in stretta sinergia e in pieno accordo, superando logiche di divisioni che devono appartenere al passato. Il nuovo volto di piazza della Repubblica alle spalle del porto, insieme al collegamento tra il lungomare e il Rione Terra e la localizzazione nel Mercato ittico all'ingrosso di uno spazio per il solarium, wine-bar e ristoranti take-away avrà il proprio naturale completamento con la riqualificazione della linea di costa previsto dal progetto Waterfront di Eisenman. Pozzuoli guarda al proprio futuro puntando sul mare e la prossima settimana il nostro lungomare sarà solcato dalle regate dei catamarani dei team di America's Cup per il Trofeo Grande Vela. Ma anche sul Rione Terra: a dicembre 2013 inaugureremo la cattedrale».

Soddisfatto anche l'assessore regionale Marcello Taglialatela: «Con il Comune di Pozzuoli e con il sindaco Figliolia abbiamo inaugurato una collaborazione seria e grazie ai fondi PIU Europa avremo tempi certi e opere compiute. I soldi già ci sono e la Regione ha previsto una struttura di assistenza tecnica per accompagnare l'intero iter dei progetti, dall'avvio dei cantieri al taglio del nastro. Monitoreremo e vigileremo per dimostrare all'Ue che i soldi li sappiamo spendere bene fino all'ultimo centesimo».

Gli otto progetti sono stati illustrati dall'assessore al Governo del Territorio di Pozzuoli Roberto Gerundo: «Il Programma Integrato Urbano Europa è nato per innalzare la qualità della vita nelle città attraverso una forte integrazione delle politiche urbane con quelle del benessere sociale. E' uno strumento di rigenerazione urbana senza precedenti nella storia della politica regionale campana, con l'obiettivo dichiarato di potenziare l'attrattività turistica e la competitività del territorio». Infine il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Mario Marrandino: «Fin dal nostro insediamento, quasi 10 mesi fa, stiamo lavorando per ridare decoro alla nostra città. Ora inauguriamo i cantieri del PIU Europa, che vedranno protagonisti della rigenerazione urbana le periferie di Toiano e Monterusciello, oltre alla zona del centro storico e di Arco Felice, mentre per Licola ci saranno i fondi del Progetto Grandi Laghi. Dimostriamo, in questo modo, che stiamo ragionando in termini ampi, equiparando doverosamente la zona del centro con quelle periferiche. Pozzuoli è un'unica grande città, che noi vogliamo rilanciare nel suo complesso». Al piano terra di Palazzo Migliaresi al Rione Terra sono stati installati otto pannelli che illustrano i progetti PIU Europa. I pannelli saranno poi esposti sul lungomare di Pozzuoli in occasione della gara velica abbinata alla Coppa America.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PIU Europa, ecco come cambierà Pozzuoli

NapoliToday è in caricamento