menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pozzuoli, la lite tra Regione e Comune blocca mille posti auto

Debiti e problemi burocratici non aiutano a migliorare la situazione del centro storico puteolano sempre più insofferente delle lunghe code e dello smog

Il parcheggio, eterno mal di vivere per tutti i napoletani. E adesso si scopre che nel centro storico di Pozzuoli, su Via Napoli in particolar modo, potrebbero essere subito disponibili oltre mille nuovi posti auto. Potrebbero, appunto. Ma la situazione non vede per adesso un lieto fine. A portare alla ribalta la vicenda è stato Daniele Lattero, responsabile area flegrea della Confesercenti, intenzionato a scagliarsi contro il Comune di Pozzuoli. Ebbene sì, per una querelle tra Comune e Regione, oltre a una lunga serie di stop burocratici, la città è nel caos. E non c'è momento del giorno o della notte che la zona respiri. Il centro storico soffre da mattina a sera, per non parlare dei fine settimana quando si accende la movida. E il paradosso va in scena: le zone di sosta in centro attualmente sono così poche che la ricerca al posto auto pare una impresa infinita. Per risolvere la spinosa questione,
basterebbe davvero poco ovvero l'apertura del Molo caligoniano e dell'area esterna del Mercato ittico. In questo modo, agli automobilisti allo stremo sarebbero regalati ben 600 posti d'auto. Ma questa soluzione a portata di mano è fortemente osteggiata, dicevamo, da una lite in corso tra Regione e Comune. Lattero ha spiegato di aver chiesto ai vari enti coinvolti, sovrintendenza compresa, una soluzione comune. E la riunione in effetti c'è stata qualche giorno fa a Pozzuoli. Ma il risultato è stato negativo: la Regione non ha dato l'ok alle nuove aree di sosta su suoli demaniali come il Molo perché il Comune di Pozzuoli è moroso nei suoi confronti da anni. Per colpa dunque di questa lite istituzionale, i residenti e i commercianti sono costretti a vivere nel caos più totale e si fa sempre più difficile l'azione di contenimento della rabbia. Gli operatori commerciali, ancora una volta, si vedono infatti presi in giro e temono per le loro attività. A completare ulteriormente lo scenario, ci sono anche i lavori per la realizzazione del nuovo parcheggio multipiano da 450 posti ai Gerolimini, precisamente alle spalle del tratto di lungomare che va da Pozzuoli a Bagnoli. Intoppi nel sottosuolo e nuove prescrizioni imposte dal ministero dei Trasporti, oltre a una evidente variante del progetto iniziale, hanno infatti fatto slittare a fine 2010 - se tutto andrà bene - il taglio del nastro della struttura di interscambio. E pensare che l'intera opera doveva essere inaugurato nel settembre 2009, ovvero un anno fa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento