Pozzuoli

Pozzuoli, salta l'appuntamento con il "palo di sapone"

La consueta manifestazione organizzata dai pescatori viene negata per la mancanza di copertura assicurativa ai partecipanti

Palo di sapone 2011

Niente "pennone a mare". L'appuntamento di ogni ferragosto a Pozzuoli, il palo di sapone, è stato rinviato. Il palo di sapone è un gioco fatto dai pescatori di Pozzuoli, una vera e propria gara. L'obiettivo è prendere una delle tre bandierine messe in cima ad un palo che è collocato in modo orizzontale a picco sul mare.

L'attività, divenuta ormai classico appuntamento estivo che precedeva la processione della Madonna Assunta, è il simbolo dell'estate puteolana, unico evento, forse, che tiene ancora uniti i residenti di Pozzuoli. Già negli anni precedendi c'erano stati dei problemi, a partire da quando si spezzo il palo in gara. Mai, però, si era verificato un problema di organizzazione. Sono anni, infatti, che numerose associazioni chiedono che le amministrazioni si impegnino affinché venga garantita la consueta manifestazione estiva dei pescatori.

Quest'anno, la mancanza di sponsor e un errore burocratico, hanno fatto saltare la manifestazione. Secondo quanto appreso dalle persone presenti sul posto è la Capitaneria di Porto (e non l'amministrazione comunale) che avrebbe negato la manifestazione, a causa di assicurazioni non idonee. Copertura assicurativa che si rende necessaria, a cauda del gioco che comunque presenta un rischio notevole. Una “sorpresa” dell'ultima ora nel centro di Pozzuoli, dove già numerose persone si stavano preparando ad assistere al palo di sapone.

La manifestazione è stata rinviata al 26 agosto, ma non si sa ancora se sarà fatta a Bacoli (come era previsto) o a Pozzuoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzuoli, salta l'appuntamento con il "palo di sapone"

NapoliToday è in caricamento