menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
tares

tares

Pozzuoli: la TARES di luglio può essere pagata anche ad agosto-settembre

Per beneficiare di questa possibilità di pagamento dilazionato, non è necessario alcuna autorizzazione

Attraverso un manifesto che sarà affisso nelle prossime ore in giro per la città, il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia informa la cittadinanza che per superare le difficoltà dei cittadini, legate alla sovrapposizione del pagamento delle rate della Tarsu 2012 e della Tares 2013, si è data la possibilità di suddividere in due rate i pagamenti della Tares 2013 con scadenza luglio e ottobre. In particolare, l'acconto con scadenza 31 luglio 2013 può essere pagato in due rate nei successivi mesi di agosto e settembre; quello con scadenza 31 ottobre 2013, potrà essere pagato sempre in due rate nei mesi di ottobre e novembre prossimi.

Per beneficiare di questa possibilità di pagamento dilazionato, non è necessario alcuna autorizzazione al competente ufficio, dal momento che i controlli sui pagamenti saranno effettuati solo dopo le scadenze indicate. Chi vuole beneficiare di tale modalità di pagamento dovrà compilare un bollettino di conto corrente postale avendo cura di precisare i seguenti dati indispensabili: numero di conto corrente postale (1013097330) intestato al Comune di Pozzuoli - servizio tesoreria - con l'indicazione anagrafica e fiscale del contribuente e inserendo come causale il numero della rata di acconto che si intende pagare e il numero di avviso indicato sul bollettino di pagamento già ricevuto. Coloro che vorranno, invece, effettuare i pagamenti tramite bonifico, potranno farlo attraverso il codice IBAN IT39T0760103400001013097389.

«E' un provvedimento preso dall'amministrazione comunale per venire incontro alle esigenze delle famiglie di Pozzuoli, in un momento di generale difficoltà economica - sottolinea il sindaco Vincenzo Figliolia - Con questa rateizzazione, evitiamo che ci sia la sovrapposizione tra due tasse che avrebbe creato oggettive difficoltà».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento