Lunedì, 17 Maggio 2021
Pozzuoli

Noi Re(si)stiamo Qui: “Adesso, più forti di prima”

L'associazione organizzerà un incontro sul tema della movida a Pozzuoli

Sandro Izzo

Le elezioni comunali si sono concluse con un grande successo per il centrosinistra e per l'associazione politica “Noi Re(si)stiamo Qui”.

«Il consenso conquistato sulle nostre proposte, espresso nei 450 voti (secondo i dati non ancora ufficiali) raccolti dal rappresentante del nostro movimento Riccardo Volpe nella lista “Bene Comune”, i volti e le emozioni raccolte nelle case della gente che abbiamo incontrato durante la campagna elettorale – afferma Sandro Izzo, Presidente dell'associazione – con i loro problemi e le loro speranze, ci hanno confermato che solo la lotta “sul campo” - dentro o fuori le sedi istituzionali - può vincere la frustrazione, affinché la nostra comunità non resti immobile nelle clientele o in gabbie mentali. Non solo a Pozzuoli, ma su tutto il territorio flegreo, è ogni giorno più necessario sviluppare nuove forme di partecipazione sociale e politica».

“Partiamo quindi – si legge da una nota del gruppo – più forti di prima. Questa campagna elettorale è riuscita anche ad aggregare, giorno dopo giorno, nuove persone che vogliono partecipare al progetto, su una base di idee e contenuti che da sempre portiamo avanti”.

L'associazione politica già si sta attivando per i prossimi punti da affidare ai consiglieri eletti, a cominciare da alcune delle proposte programmatiche che abbiamo espresso durante la campagna elettorale. Si parte dalla fruibilità dei beni archeologici, con un sistema che invogli i giovani a formare cooperative in grado di gestire le attività dei beni archeologici e ambientali del territorio puteolano. Una delle prime proposte del gruppo sarà quella della “Carta Giovani” un sistema di agevolazioni e di sconti su tutto ciò che fa cultura, che da un lato servirà a dare un minimo respiro alle attività commerciali e dall'altro a avvicinare maggiormente i ragazzi alla cultura.

«Queste – continua Sandro Izzo – sono solo le prime proposte che intendiamo suggerire, ma poi ce ne saranno altre, come la lotta serrata al lavoro nero, la creazione di una consulta giovani e di uno spazio sociale, liberamente accessibile a tutti e gratuito». Inoltre, nelle prossime settimane, l'associazione organizzerà un dibattito pubblico sul tema della gestione della movida e della regolamentazione dell'economia che ne deriva , invitando rappresentanti di associazioni giovanili, commercianti e chiedendo la partecipazione anche del nuovo sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noi Re(si)stiamo Qui: “Adesso, più forti di prima”

NapoliToday è in caricamento