menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bar presi d'assalto a Monterusciello: due rapine nel giro di un'ora

Colpiti i bar "Flavio" e "Manu". Sull'accaduto, che sembra essere incentrato su una lotta di potere per la gestione delle slot machines installate nei locali, indagano i Carabinieri di Pozzuoli

Due rapine nel giro di un’ora ai danni di due esercizi commerciali distanti qualche centinaio di metri l’uno dall’altro. Prese di mira soprattutto le slot machines. È accaduto mercoledì pomeriggio nel megaquartiere di Monterusciello, in via Antonio De Curtis, ai danni del bar “Flavio” e del bar “Manu”.

Le dinamiche del raid sono ancora da verificare ma, secondo le testimonianze, sarebbero stati tre i malviventi che, a bordo di una Ford Fiesta bianca, hanno fatto irruzione nei bar del quartiere popolare. Sono circa le 19 quando due uomini in passamontagna entrano nel Bar Flavio, intimando tutti i clienti ad uscire fuori e, minacciando i proprietari con una pistola, derubano di circa duemila euro le casse del locale.

Poco dopo arrivano le forze dell’ordine, ma mentre quest’ultime sono impegnate nei rilievi e nell’ascoltare le testimonianze delle vittime a qualche centinaio di metri, la stessa “banda” fa irruzione in un altro bar del posto. La dinamica è sempre la stessa, un uomo in auto e due incappucciati entrano nel bar seminando il panico tra la gente. A differenza dell’incursione al bar “Flavio”, i banditi sono stati più spietati nel bar “Manu”. Esibendo le pistole, con calci e spintoni ordinavano ai clienti di abbandonare il locale. Uno dei delinquenti, poi, si è scagliato contro uno dei gestori del bar, colpendolo al collo con la pistola, l’altro, nello stesso momento, ha iniziato a rovesciare i bicchieri che erano sul bancone e i prodotti sul pavimento. Chiare, secondo le deposizioni, le parole che pronunciava uno dei due rapinatori: “Stut stì macchinett, stut stì macchinett (Spegni le slot machines, ndr), a Pozzuoli la comandiamo noi, lo avete capito o no, qui adesso la comandiamo noi!”.

Una brutta storia durata, fortunatamente, solo qualche minuto, nei quali uno dei malviventi, utilizzando il collo della pistola, ha mandato in frantumi i vetri di quattro monitor relativi ad altrettante slot machines presenti nel bar.

Dalle ricostruzioni fatte dai presenti, i due malviventi di sesso maschile sono uno di corporatura robusta e alto 1.65 mt circa e l’altro di corporatura snella ma più alto. Al bar “Manu”, il secondo rapinato in ordine di tempo, nessuna refurtiva è stata portata via: solo danni al locale, ai vetri e agli schermi delle slot machines.

Sull’accaduto, che sembra essere incentrato tutto su una “lotta di potere” per la gestione delle slot machines installate nei locali, stanno indagando i Carabinieri di Pozzuoli. Caso strano è che nella stessa nottata, al bar “Eclisse”, sempre a Monterusciello e provvisto di slot machines, c’è stato un tentativo di irruzione. Il locale, su due livelli, è stato riaperto la mattina seguente con il vetro della porta al piano interrato distrutto. La stessa porta che apre la stanza delle slot.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Monte di Pietà in vendita, i cittadini: "No a ristoranti e matrimoni trash"

  • Cronaca

    “Chi ha ucciso Maurizio ha dato una coltellata all'intera città”

  • Cronaca

    “Cinque ore di attesa per essere vaccinati”: la denuncia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento