menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato ittico di Pozzuoli: i pescivendoli chiedono la struttura di via Fasano

Location sempre meno adeguata ai tempi che corrono. Le lamentele degli operatori: "Il mercato deve stare vicino al mare. La politica dia una risposta concreta"

Un altro Natale è passato, ed è passato anche un altro Capodanno. Le due festività dovrebbero portare al mercato ittico al dettaglio maggiori guadagni, ma il resoconto non sembra essere positivo.

Il declino del mercato del pesce di Pozzuoli si nota infatti di anno in anno. Gli operatori, anche quest’anno, sono stati costretti a fare i conti con una struttura che è sempre meno adeguata rispetto ai tempi che corrono e che va ad aggiungersi, come elemento negativo, alla forte crisi che tutto il territorio sta vivendo.

Ormai sono anni che il mercato del pesce al dettaglio di Pozzuoli è situato in via Fasano, di fronte all’Istituto tecnico industriale superiore. Qualche griglia sull’asfalto per far defluire l’acqua, banconi e quasi sessanta gazebo ad accogliere i pescivendoli puteolani. «Da quando ci hanno spostato – spiegano – il mercato non va più bene. Siamo un mercato all’aperto e l’amministrazione non si è interessata di nulla. Pensano solo ai fatti loro».

Nel 2004, infatti, il mercato ittico al dettaglio fu rimosso dall’enorme struttura in cemento nel quale si trovava (sempre in via Fasano) per l’incompatibilità e la vicinanza del mercato all’ingrosso. Secondo il parere dei molti operatori che ci sono nel mercato, appunto, lo spostamento è stato uno dei principali motivi per il quale oggi il mercato ittico al dettaglio è in serie difficoltà economiche.

Durante gli anni nessuna amministrazione si è prodigata, però, per risolvere la questione, sia per farli ritornare nella struttura originaria sia per migliorare quella dove sono stati trasferiti. Molti dei pescivendoli, infatti, preferiscono andare a vendere al mercato solo durante le feste e per il fine settimana, data la scarsa presenza di persone. Ma non sono solo questi i problemi che hanno gli operatori del mercato ittico. «Il mercato ittico deve stare vicino al mare – continua uno dei pescivendoli presenti. Prima avevamo il parcheggio e stavamo al coperto, oggi, invece, siamo un mercato allo scoperto e non c’è nemmeno il parcheggio per le auto. Noi vogliamo tornare nella struttura che avevamo prima o devono darci una struttura più adeguata, ma sempre al centro di Pozzuoli, non spostati».

Proprio un ulteriore spostamento è la nuova preoccupazione che affligge le quasi sessanta famiglie che vivono attorno alle attività del mercato. Secondo indiscrezioni, infatti, sarebbe “ in cantiere” la proposta di spostare il mercato ittico al dettaglio nelle vicinanze dell’ ospedale Santa Maria delle Grazie, sito in località “La Schiana”. Uno trasferimento di circa 6 km che, secondo i lavoratori del mercato, “farebbe morire definitivamente una delle attività principali di Pozzuoli”. I pescivendoli continuano, come per anni hanno fatto, a chiedere che la struttura di via Fasano sia messa di nuovo a norma, ma i grandi progetti di riqualificazione della costa (come il progetto Waterfront), lasciano pensare anche che quello stabile possa essere appetibile a qualche potentato della città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento